Libarna: l’antica città romana tra Arquata e Serravalle Scrivia

Libarna era una città romana situata sulla riva sinistra dello Scrivia, sulla via Postumia tra Genua e Dertona, nelle vicinanze dell’odierna frazione Libarna del comune di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria. Libarna era un capoluogo autonomo di un vasto territorio che confinava a est con Velleia, a sud con Genua, a ovest con Aquae Statiellae e a nord con DerthonaOggi l’area archeologica di Libarna è di proprietà dello Stato Italiano.

L’origine dell’insediamento bella piana di Libarna risale alla media età del Ferro (VI-V secolo a.C.), quando la creazione di un emporio etrusco a Genova nella prima metà del VI secolo a.C. attiva lungo la valle della Scrivia una direttrice commerciale verso la pianura padana e le aree transalpine. A controllo del percorso, sulla collina del castello di Serravalle Scrivia sorge un villaggio di Liguri. Il nome Libarna ha origine preromana ma la città nacque ai tempi romani come punto strategico lungo la via Postumia grande arteria di traffico dei tempi che collegava Genova ad Aquileia nel 148 a.C. Poi il cambio nella strategia dei traffici agli inizi dell’età imperiale portò a un progressivo declino e abbandono del sito.

La riscoperta della città avviene in occasione dell’apertura della strada regia Torino-Genova nel 1820 e della realizzazione delle linee ferroviarie Genova-Novi-Torino e Genova-Milano.

Il reticolo urbano di Libarna è impostato su strade che si incrociano ad angolo retto secondo l’urbanistica romana. Sono stati riportati alla luce due quartieri in prossimità dell’anfiteatro, di, l’anfiteatro e il teatro. I reperti dello scavo sono conservati nel Museo di antichità di Torino.

La città sorgeva su un terreno pianeggiante, ricco di acque, circondato da colline. Era attraversata in senso longitudinale dalla via Postumia e verticalmente dal decumano che conduceva all’anfiteatro. Nel punto di incontro tra le due principali vie, sorgeva il foro, grande piazza lastricata su cui sorgevano portici ed edifici, che finora è stato solo parzialmente esplorato. Le strade dividevano la città in tanti spazi di forma quadrata, di dimensioni differenti.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.