E’ entrato in vigore il 1° gennaio 2019 il nuovo Testo unico sulla cultura della Regione Piemonte

E’ entrato in vigore il 1° gennaio 2019 il nuovo Testo unico sulla cultura della Regione Piemonte.
La norma ridefinisce il ruolo della cultura, non solo come salvaguardia della tradizione materiale e immateriale, ma come generatrice di un valore economico.

Il Testo Unico sulla cultura della Regione Piemonte

Un cambio di paradigma che si accompagna anche a nuovi strumenti di programmazione come il Programma triennale della cultura, che definisce obiettivi, priorità strategiche e linee guida di intervento, a cui si affianca una coerente programmazione delle risorse all’interno del nuovo Fondo per la cultura.

Tra le novità dei primi mesi del 2019 c’è l’attivazione, tramite Finpiemonte, di due fondi dedicati alle imprese culturali: uno di garanzia per le start up e le aziende del comparto dell’animazione, con una dotazione di 3 milioni di euro, uno rotativo per permettere investimenti, in particolare per il recupero e la valorizzazione di spazi dedicati ad attività culturali.

Questa misura, che ha una dotazione complessiva di 5,5 milioni di euro, permetterà di accedere a finanziamenti a tasso agevolato, a un fondo di garanzia, a contributi a fondo perduto, in particolare per consulenze di tipo gestionale e manageriale.

Un sostegno straordinario al comparto nelle sue diversi componenti: i beneficiari potranno infatti essere sia micro e piccole imprese, sia associazioni e fondazioni, sia lavoratori autonomi.