Il MAUTO – Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, quando l’automobile diventa cultura e storia

Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino che ormai è diventato il MAUTO dispone di una delle collezioni di automobili più rare e belle del mondo contenendo oltre 200 automobili originali, dalla metà dell’800 ad oggi, di oltre 80 diversi marchi automobilistici provenienti da Italia, ovviamente, Francia, Gran Bretagna, Germania, Polonia, Olanda, Spagna e Stati Uniti.

Il MAUTO è nato nel 1932 da un’idea di Carlo Biscaretti di Ruffia, uno dei pionieri dell’industria automobilistica italiana, e venne inaugurato il 3 novembre 1960 in una sede progettata dall’Architetto Amedeo Albertini sulla riva sinistra del Po, a breve distanza dal Lingotto. Nel 2005 sono iniziati i lavori di restauro e rinnovamento dell’edificio terminati nel settembre 2014.

L’esposizione del museo è stata rivista in occasione della ristrutturazione. Le automobili sono disposte in più di 30 sale allestite con scenografie e installazioni che le contestualizzano. La collezione permanente del museo espone automobili prodotte tra il 1769 e il 1996 e comprende più di 200 vetture, di queste ne vengono esposte circa 160; le altre vengono conservate nel cosiddetto Garage ricavato nel piano interrato del nuovo edificio con la Scuola di restauro e visitabile su richiesta.

Le vetture esposte sono distribuite sui tre piani dell’edificio partendo dal secondo piano.
Ogni piano è caratterizzato da un tema:

  • L’automobile e il Novecento e la storia dell’automobile.
  • L’uomo e l’automobile: sul rapporto fra uomo e l’automobile.
  • L’automobile e il design: il rapporto che c’è fra l’automobile e il disegno industriale.

Il piano terra, è interamente dedicato alle mostre temporanee.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.