Il Rinascimento. Corso di Storia dell’Arte 2020 presso il Palazzo Madama a Torino.

Un imperdibile appuntamento per gli appassionati di storia dell’arte é rappresentato dal nuovo corso sul grande periodo artistico del Rinascimento, a partire dal 27 gennaio fino all’8 giugno presso la sede di Palazzo Madama a Torino. Per questa importante occasione, verranno presentate due esposizioni sull’arte tra Quattro e Cinquecento, la prima su Andrea Mantegna e la sua relazione con l’antico (fino al 4 maggio), e la seconda dedicata all’artista Antoine de Lonhy (dal 15 luglio).
Il corso é realizzato grazie alla preziosa collaborazione tra esperti che potranno narrare i percorsi di alcuni grandi artisti che hanno pregio nell’ambito della pittura, dell’oreficeria, scultura in pietra e in bronzo.
L’inaugurazione avverrà il 27 gennaio con la lezione di Carlo Ossola, filologo, critico letterario e docente al College de France.
Il 10 febbraio si potrà assistere all’intervento di Vincenzo Farinelli, docente di storia dell’arte moderna all’Università degli Studi di Pisa e curatore della mostra presso Palazzo Madama, dove si esaminerà il percorso artistico di Andrea Mantegna e il legame con l’antichità.
Il 2 marzo, il professore di storia dell’arte medievale, Fabrizio Crivello, docente all’Università degli Studi di Torino, affronterà il Rinascimento a Nord delle Alpi ed un occhio di riguardo nei confronti di Jan Van Eick, di cui Palazzo Madama custodisce alcune opere miniate.
Il 16 marzo, la storica dell’arte Cinzia Piglione, la cui specializzazione é quella dei manufatti orafi, analizzerà l’argomento delle arti preziose in metallo, oltre ad alcuni capolavori di Benvenuto Cellini tra cui la saliera di Francesco I di Francia.
Il 30 marzo, Edoardo Santoro, curatore botanico di Palazzo Madama, realizzerà un intervento sulla natura tra Cinque e Seicento riguardo la nascita del giardino all’italiana.
Seguirà il 6 aprile con il docente di storia dell’arte alla Scuola Normale di Pisa, Francesco Caglioti, dove si esaminerà la figura di Michelangelo da un punto di vista scultoreo. Si proseguirà con lo storico dell’arte Matteo Procaccini, che il proporrà Raffaello a 500 anni della sua scomparsa.
Nel mese di maggio, partendo dal 4, la storica dell”arte Sandra Barberi proporrà un’analisi degli arredi mobili all’i terno di castelli e dimore.
Per proseguire al 18 maggio dove grazie alla studiosa di tessuto e costume Roberta Orsi Landini verranno presi in considerazione i mutamenti che si sono verificati tra il 1500 e.il 1550 nell’ambito dell’abbigliamento maschile e femminile, per terminare con l’8 giugno grazie alla lezione di Mark Gregory D’Apuzzo del Museo Davia Bargellini Bologna – Musei Civici d’Arte Antica.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.