Mostra “Natale Palli a cento anni dalla scomparsa” a Casale Monferrato (Al)

Dal 16 al 31 marzo 2019 è possibile ammirare la Mostra “Natale Palli a cento anni dalla scomparsa” presso il Castello-Salone degli Spalti di Casale Monferrato. Il tema principale della Mostra è costituito dalle fotografie scattate dall’aviatore casalese Natale Palli nel 1918 nel corso delle sue ricognizioni effettuate lungo la costa adriatica orientale dell’Istria, della Dalmazia e delle Bocche di Cattaro. Natale Palli sorvolò quelle zone, consideriamo che era in pieno svolgimento la prima guerra mondiale, alla guida di un velivolo S.V.A 5, adatto per le ricognizioni grazie alla sua capacità di raggiungere in breve tempo i 3.000 metri di altezza. I capitani Umberto Savoia Rodolfo Verduzio iniziarono la progettazione di un nuovo aereo la cui produzione fu commissionata all’Ansaldo di Genova, prendendo il nome dalle iniziali dei progettisti  e dal suo costruttore.

L’Ansaldo S.V.A 5 costituisce il primo velivolo della storia dell’Aeronautica Militare Italiana realizzato secondo una ferrea base tecnico-scientifica.Palli nasce a Casale Monferrato il 24 luglio del 1895 e perde la vita in seguito ad un incidente il 20 maggio 1919, in Francia, durante un atterraggio di fortuna durante le prove del raid Padova-Parigi-Roma-Padova. L’aviatore è celebre considerando che ricevette l’incarico dell’organizzazione tecnica del Volo su Vienna, su volere di Gabriele D’AnnunzioNatale Palli è insignito di una medaglia d’oro, quattro d’argento e una di bronzo al valore militare, oltre al titolo di Cavaliere dell’Ordine Militare di Savoia. Il progetto è promosso dalla città di Rovigno, oltre alla collaborazione del Centro di Ricerche Storicheche quest’anno compie mezzo secolo di attività, del Museo della III Armata di Padova, dell’ Ufficio Storico -V reparto Affari Generali dello Stato Maggiore a Roma.
Oltre all’ Archivio Storico dell’Aeronautica Militare del Ministero della Difesale fotografie sono fornite inoltre  dalla Biblioteca universitaria dell’ Università Juraj Dobrila di Pola, dalla collezione “Ministry of Information First War Museum” di Londra e dell’ Istituto Fotografia e Arti Visive di Padova.

Relatori all’inaugurazione dopo i saluti ufficiali (presente il Sindaco Titti Palazzetti), Mario Budicin, il Presidente di Fly StoryEugenio Sirolli, (giunge da Pescara, patria di D’Annunzio), Dionigi Roggero Luigi AngelinoFly Story è un’Associazione culturale interessata alle imprese dannunziane per divulgare messaggi di pace e di scambio culturale tra le genti. L’Aero Club di Casale Monferrato e molti suoi piloti sono soci del sodalizio fin dalla nascita coincisa con il remake del Volo su Vienna del 1998. Da allora numerose sono state  le rievocazioni “volanti” di livello a Budapest, Parigi, due volte a Vienna e Pola. La Mostra è arricchita da materiale storico e filatelico locale (grazie al Circolo presieduto da Mario Cravero). Ringraziamenti a Giorgio Bonato responsabile del Museo RTHM di Thiene (Vi), museo che ricorda il Volo di Roma Tokio del 1920 compiuta da Arturo Ferrarin.

 


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.