Madama Butterfly – Teatro Regio di Torino dal 10 al 20 gennaio 2019

Giovedì 10 gennaio 2019, ritorna la tanto attesa Madama Butterfly di Giacomo Puccini, al Teatro Regio di Torino, diretta da Daniel Oren, direttore di fama internazionale. Per l’occasione viene presentato l’allestimento proveniente dall’Associazione Arena Sferisterio Macerata, ideata dal grande regista teatrale, scenografo e costumista Pier Luigi Pizzi. Il cast è composta da Karah Son (Butterfly),  Murat Karahan (Pinkerton), Simone Del Savio (Sharpless) e Sofia Koberidze (Suzuki). Il direttore d’orchestra è l’israeliano Daniel Oren, uno dei stimati ed apprezzati interpreti del panorama lirico. Ha diretto nei più famosi teatri internazionali, offrendo al suo pubblico sublimi interpretazioni di grande suggestione.

Nato a Tel Aviv nel 1955 si avvicina molto presto alla lirica e alla musica. La sua lunga e intensa carriera inizia a tredici anni accanto a Leonard Bernstein, per poi dedicarsi alla direzione d’orchestra in collaborazione con Herbert Von Karajan Franco Ferrara. Da quel momento è stato protagonista nella direzione di importanti artisti quali Mirella Freni Luciano Pavarottcon la Bohème al Teatro Regio. Pier Luigi Pizzi, con i suoi straordinari spettacoli è stato protagonista indiscusso della storia del teatro del novecento. Un profondo legame è quello che lo lega al Teatro Regio dove iniziò la sua intensa carriera quarant’anni fa, come regista del Don Giovanni con Ruggero Raimondi. L’artista coreana Karah Son è l’interprete di Madama Butterfly, specialista in ruoli pucciniani, la ammiriamo nella Bohème, Turandot e Butterfly per la prima volta al Regio.

Murat Karahan interpreta Pinkerton debuttando per la prima volta al Teatro torinese, in sostituzione di Vincenzo Costanzo che ha dovuto abbandonare le prove a causa di un infortunio. Una carriera ricca di successi e riconoscimenti, Karahan ha interpretato ruoli di grande prestigio in numerosi teatri. Il baritono Simone Del Savio interpreta Sharpless ed è ambito da numerosi teatri internazionali, dal Festival di Salisburgo, all’Opera di Parigi, al Covent Garden, alla Deutsche Oper di Berlino. Nelle nove repliche dell’opera, dal 10 al 20 gennaio si alternano ai ruoli principali, l’11,15,17, e 19 gennaio: il soprano Rebecca Lokar (Madama Butterfly), il tenore Massimiliano Pisapia (Pinkerton) e il baritono Fabio Maria Capitanucci (Sharpless).

Completano il cast: il mezzosoprano georgiano Sofia Koberidze (Suzuki), Luca Casalin (Goro), Paolo Maria Orecchia (Yamadori), In-Sung (Lo zio bonzo), in alternativa Marco Tognozzi e Franco Rizzo (Il Commissario imperiale e lo zio Yakusidè), Roberta Garelli Ivana Cravero per Kate Pinkerton, Giuseppe Capoferri e Riccardo Mattiotto per l’ufficiale del registro e ancora Claudia De Pian (La madre di Cio-cio san) e i piccoli Francesco Scansalone Sofia La Cara per il figlio di Butterfly. Il coro del Teatro Regio coinvolto in importanti scene è istruito da Andrea Secchi. Prima ballerina ospite Letizia Giuliani, ballerino e coreografo Francesco Marzola, le luci dello spettacolo sono di Fabrizio Gobbi.

Nel giugno del 1900 Puccini, a Londra, assiste al dramma Madama Butterfly, del drammaturgo e regista teatrale David Belasco, e rimane particolarmente colpito dalla tragica vicenda della protagonista suicida per amore. Rientrato in Italia , decide di realizzare un’opera e chiede l’autorizzazione a Giulio Ricordi, con la collaborazione per il libretto a Luigi Illica Giuseppe Giacosa. L’opera andata in scena nel 1904 non ottiene il successo sperato. Per fortuna la seconda edizione ha tutto il sapore di una vera e propria rinascita e da allora rappresenta una delle opere più ammirate ed amate dal pubblico.