InChiostro. Fumettiste al Museo Leone di Vercelli

Il Museo Leone, anche per questa edizione è il protagonista indiscusso dell’evento legato al mondo del fumetto. Un’esposizione tutta al femminile con al centro dell’attenzione 6 artiste appartenenti al territorio, tra fumettiste e illustratrici di professione.

L’esposizione dal titolo “InChiostro” propone tavole realizzate con svariate tecniche, pubblicazioni, illustrazioni e materiali particolari, che oltre a valorizzare opere di notevole rilievo artistico, mettono in risalto l’aspetto di questo settore generalmente poco conosciuto.

Saranno esposte le opere di Paola Camoirano, vercellese, che vanta una lunga collaborazione con il Giornalino, disegnando la trasposizione della fiction Don Matteo oltre a altre numerose pubblicazioni. Veronica Carratello, novarese, la quale inizia la sua esperienza in qualità di illustratrice per l’infanzia fino ad approdare come colorista di Zagor, storico fumetto edito da Bonelli.

Come fumettista ha esordito con “David Bowie“, l’uomo delle stelle, graphic novel edito da Nicola Pesce Editore. Gea Ferraris di Casale Monferrato, la cui prima pubblicazione è stata il graphic novel Eternit, il cui tragico tema è tristemente noto, ma che grazie anche a questa produzione mantiene sempre attuale l’argomento. Sempre casalese è Federica di Meo, la quale inizia la sua esperienza come colorista per fumetti e riviste sul manga ( tecnica giapponese di realizzazione di fumetti connotata da significativi contrasti tra i personaggi). Nel 2009 realizza diversi volumi della collezione Disegna Manga e Anime della DeAgostini.

Il manga diventa una specializzazione tanto da iniziare l’insegnamento di questa tecnica a Torino, Milano, Roma e Vercelli, e collaborando a Somnia, il primo caso di manga completamente italiano pubblicato da Panini Comics. Arriva da Cigliano Bianca Baldin, studentessa di Ingegneria del Cinema al Politecnico di Torino, la quale ha collaborato alla realizzazione di un cortometraggio dal titolo “Da soli”, e sta sviluppando un original character che si ispira alla figura dell’aviatrice americana Amelia Earhant, scomparsa nel 1937 mentre sorvolava il Pacifico.Infine Giada Marchisio, di Santhià, la quale dopo aver lavorato come illustratrice per Rizzoli ha  collaborato come colorista per la serie fantasy Dragonero edita da Bonelli. L’esposizione “InChiostro” sarà aperta al pubblico, a ingresso gratuito fino a  domenica 24 giugno nei normali giorni di apertura al Museo ( da martedì a venerdì dalle 15 alle 17.30, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18).


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.