Palio di Asti 2019: il palio raddoppia domenica 1° settembre

Domenica 1° settembre 2019 la città di Asti si cala nuovamente in una dimensione medievale per la celebrazione dell’annuale evento del palio. Questa ricorrenza storica quest’anno sarà un’edizione straordinaria: per celebrare i 1900 anni dal martirio di San Secondo, patrono della città, infatti, il palio… raddoppia! Potremmo assistere a due palii, uno dedicato ai 14 borghi e rioni e un altro ai 7 comuni di Asti partecipanti. Inizialmente si era pensato a due date, una a maggio e una a settembre, ma poiché i costi sarebbero stati troppo elevati, come spiega il sindaco del capoluogo piemontese Maurizio Rasero, si è deciso di organizzare tutto in una sola giornata. Domenica prossima quindi, nella splendida piazza Vittorio Alfieri, sarà possibile assistere a ben quattro corse, due drappi e due vincitori!

I borghi e i rioni infatti si sfideranno in due batterie da 7 e una finale da 8, mentre i comuni correranno un unico palio tra la seconda batteria e la finale dei borghi e dei rioni.

I drappi che andranno in premio ai vincitori delle corse, quest’anno sono stati disegnati dal pittore e scenografo di fama mondiale Paolo Bernardi, che si aggiudica così il titolo di “Maestro del palio 2019”. All’artista è stato commissionato di disegnare due palii (ovvero i drappi) identici che verranno assegnati rispettivamente alla Collegiata di San Secondo e ad un borgo, rione o comune vincitore della corsa.

Risultati immagini per drappo palio di asti 2019

Un evento tradizionale con tante novità quindi quello dell’edizione 2019 del palio di Asti. Un appuntamento fisso e da non perdere, ma da vivere “non solo nella domenica della corsa, ma anche nei giorni della vigilia, ricchi di eventi”, come afferma Rasero.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.