1969 Olivetti Formes et Recherche-Una Mostra Internazionale a Torino dal 6 dicembre 2018 al 24 febbraio 2019

Il Centro Italiano per la Fotografia Camera e l’Associazione Archivio Storico Olivetti espongono la mostra 1969 Olivetti Formes et Recherche Una Mostra Internazionale, una raccolta fotografica che l’Azienda Olivetti organizzò a Parigi nel lontano 1969 e che poi altre tappe come Barcellona, Madrid, Edimburgo, Londra, per terminare a Tokyo nell’ottobre del 1971. A distanza di cinquant’anni dalla prima edizione, la versione odierna curata da Barbara Bergaglia, Marcella Turchetti Giangavino Pazzola è aperta al pubblico presso il Centro Italiano per la Fotografia Camera dal 6 dicembre 2018 al 24 febbraio 2019. Oltre alle tematiche della precedente e memorabile mostra, curata dall’architetto Gae Aulenti, sono proposti anche i vissuti di coloro che ruotavano intorno alla Società Olivetti e a quel periodo, da Giorgio Soavi Lord Snowdon, da Ettore Sottsass Mario Bellini da Renzo Zorzi Italo Calvino.

Grazie alla presenza di ben oltre 70 fotografie provenienti dall’Associazione Archivio Storico Olivetti si può descrivere la preziosa esposizione nelle sue diverse fasi, attraverso reportage fotografici di grandi artisti come Ugo Mulas per l’edizione parigina, Alberto Fioravanti Giorgio Colombo per Madrid e Barcellona, Tim Street-Porter a Londra. Ricchi elementi di approfondimento sono rappresentati da un filmato di Philippe Charliat, con commento di Riccardo Felicioli, un vero e proprio percorso attraverso una città buia e misteriosa dove, la designer e architetto Gae Aulenti conduce il visitatore all’incontro con la Olivetti; il catalogo con testi di Giovanni Giudici, che costituisce la chiave di lettura dei linguaggi e delle tecniche compositive che sono state approntate nel progetto dell’esposizione. Inoltre il manifesto della mostra ideato da Clino T. Castelli che ridisegna un nuovo e diverso uomo vitruviano di una varietà di movimenti e forme.

La mostra si articola attraverso le immagini originali dell’Archivio di Ivrea con l’intento di richiamare alla mente il brillante periodo di quegli anni, dove si coniugava arte, industria, design, produzione e creazione di valori a partire dal lavoro. Il pubblico potrà così venire a conoscenza di un importante modello di impresa responsabile, il cui ritratto è l’emblema della cultura creativa più avanzata del tempo ed oggi riconosciuta come patrimonio Unesco. La mostra, nella primavera 2019 sarà trasferita, dal Centro Italiano per la Fotografia Camera, sarà trasferita ad Ivrea negli spazi del Museo Civico Garda.

 


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.