Il Palio di Asti – Il Corteo Storico

La sfilata che precede la corsa è un affresco che rievoca la storia medievale della Città: ogni gruppo è preceduto da un Vessillifero che porta i colori del Borgo, Rione o Comune, seguito dai figuranti in costume che danno vita ad un tema storico variato ogni anno. I costumi, fedeli riproduzioni d’epoca, sono realizzati dalle sartorie di borgo e si rifanno a dipinti e affreschi di età medievale. Al miglior gruppo il Soroptimist International d’italia, club di Asti, consegnerà la Pergamena d’autore , per il Comitato che avrà meglio rappresentato il tema storico del corteo.
Il Percorso del corteo prevede Piazza Cattedrale, Via Caracciolo, Piazza Cairoli, Corso Alfieri, Via Gobetti, Piazza San Secondo, Via Garibaldi, Via Gardini, Piazza Alfieri.

Il Gruppo del Comune, composto dal Capita­no e dal suo seguito a cavallo, apre il corteo storico, preceduto Gruppo degli Sbandieratori dell’A.S.T.A. I costumi del gruppo del Comune richia­mano i colori della città ed esaltano le funzioni di magistrati e cavalieri che hanno il compito di sovrinten­dere allo svolgimento della corsa. Il Capitano ed i suoi Magistrati sono i garanti della corretta interpretazio­ne del regolamento. Il Capitano del Palio è la figura più rappresentativa: a lui spetta il ruolo di garante del Regolamento insieme ai due Magistrati che lo affiancano.

Il Carroccio, elemento comunale per eccellenza, chiude il corteo ed è scortato da una schiera di armigeri in rappre­sentanza dei ventuno partecipanti. Il Carroccio rappre­senta gli antichi carri da guerra. Il Carroccio astese, trainato da tre coppie di candidi buoi, porta secondo la tradizione, le insegne della città – croce bianca in campo rosso – il gallo in ferro battuto, simbolo delle libertà comunali ed il Palio, ambito premio del vincitore della corsa. Gli altri premi la borsa di monete d’argento, gli speroni, il gallo vivo, la coccarda e l’acciuga precedono il Carroccio e sono portati da altret­tanti messi comunali.

L’Associazione Sbandieratori di Tradizione Astigiana (A.S.T.A.) nasce nell’anno 1968 a seguito della ripresa della storica Corsa del Palio avvenuta nel 1967 e si presenta per la prima volta al pubblico della propria città nell’aprile del 1969. Il Gruppo, nato dal Palio, è diventato il biglietto da visita ufficiale in Italia e nel mondo. I Comitati Palio hanno creato gruppi autonomi altrettanto validi che difendono i colori di ogni borgo.