Safari Park

Parco Safari delle Langhe
Tipologia
Descrizione

Il Parco Safari delle Langhe è un giardino zoologico situato a Murazzano, in provincia di Cuneo. Istituito nel 1976, il parco ospita 350 animali di cinquanta specie diverse, che si possono osservare in un percorso automobilistico di 5 km, mentre è possibile osservare le specie acquatiche e i rettili in acquari e rettilari. Il Parco si estende per circa 70 ettari ed è il più grande zoo italiano.

Il Parco Safari delle Langhe ospita una grande varietà di specie animali in semi libertà. La particolarità di questo luogo è che si possono trovare specie un po’ più rare da vedere rispetto ai normali parchi. Giaguari, Lupi, Linci, Tigri bianche, Camaleonti e Draghi cinesi, Wallaby, Volpi, Zebre, Tigri e Leoni, Puma, Procioni, Cinghiali e Alpaca sono solo alcuni degli animali presenti.

Il Parco Safari delle Langhe svolge anche una funzione didattica, scientifica e di protezione e conservazione della biodiversità. Per questo motivo sono previste anche visite guidate per scolaresche o gruppi volte a stimolare l’interesse e la conoscenza verso la natura, per coinvolgere e sensibilizzare i visitatori.

Descrizione lunga

Il Parco Safari delle Langhe è un giardino zoologico situato a Murazzano, in provincia di Cuneo. Istituito nel 1976, il parco ospita 350 animali di cinquanta specie diverse, che si possono osservare in un percorso automobilistico di 5 km, mentre è possibile osservare le specie acquatiche e i rettili in acquari e rettilari. Il Parco si estende per circa 70 ettari ed è il più grande zoo italiano.

Il Parco Safari delle Langhe ospita una grande varietà di specie animali in semi libertà. La particolarità di questo luogo è che si possono trovare specie un po’ più rare da vedere rispetto ai normali parchi. Giaguari, Lupi, Linci, Tigri bianche, Camaleonti e Draghi cinesi, Wallaby, Volpi, Zebre, Tigri e Leoni, Puma, Procioni, Cinghiali e Alpaca sono solo alcuni degli animali presenti.

Il Parco Safari delle Langhe svolge anche una funzione didattica, scientifica e di protezione e conservazione della biodiversità. Per questo motivo sono previste anche visite guidate per scolaresche o gruppi volte a stimolare l’interesse e la conoscenza verso la natura, per coinvolgere e sensibilizzare i visitatori.

Parco Zoom
Azienda
Tipologia
Descrizione

Zoom è il primo bioparco immersivo d’Italia e si trova a Cumiana, in provincia di Torino.

Inaugurato nel 2009, il parco occupa un’area di circa 160.000 m² e ospita 84 specie animali in 11 habitat. È stato progettato per la protezione delle specie a rischio di estinzione e ospita animali provenienti da altre strutture zoologiche europee EAZA in exhibit che riproducono gli habitat di origine delle specie, ovvero Asia e Africa.

Zoom ospita una grande varietà di animali, divisi per specie con ricreazione del loro habitat naturale. In un percorso a piedi si passa dalle giraffe e zebre a ippopotami e lemuri. Sono presenti parecchie specie ed è possibile assistere ogni giorno a numerosi spettacoli e dimostrazioni, come quello dei rapaci, ed è possibile anche dar da mangiare a giraffe, tartarughe e struzzi.

Sono presenti aree ristoro e una piscina dove è possibile nuotare con i pinguini.

Descrizione lunga

Zoom è il primo bioparco immersivo d’Italia e si trova a Cumiana, in provincia di Torino.

Inaugurato nel 2009, il parco occupa un’area di circa 160.000 m² e ospita 84 specie animali in 11 habitat. È stato progettato per la protezione delle specie a rischio di estinzione e ospita animali provenienti da altre strutture zoologiche europee EAZA in exhibit che riproducono gli habitat di origine delle specie, ovvero Asia e Africa.

Zoom ospita una grande varietà di animali, divisi per specie con ricreazione del loro habitat naturale. In un percorso a piedi si passa dalle giraffe e zebre a ippopotami e lemuri. Sono presenti parecchie specie ed è possibile assistere ogni giorno a numerosi spettacoli e dimostrazioni, come quello dei rapaci, ed è possibile anche dar da mangiare a giraffe, tartarughe e struzzi.

Sono presenti aree ristoro e una piscina dove è possibile nuotare con i pinguini.

Pombia Safari Park
Tipologia
Descrizione

Il Safari Park di Pombia è un complesso turistico fondato nel 1976 che include un giardino zoologico, uno zoo safari e un parco divertimenti e si trova a Pombia, in provincia di Novara. Nei suoi 450.000 mq di estensione ospita oltre 110 specie di animali, di cui tre a grave rischio estinzione: l’Antilope Addax, l’Asino Somalo e il Cobra Reale. Safari Park è, infatti, anche centro riproduttivo internazionale e garantisce la tutela del patrimonio genetico, la sopravvivenza della specie e, quando possibile, il reinserimento in natura.

È composto da due aree distinte: il parco divertimenti con una trentina di giostre, con animali entro recinti o gabbie, ed il parco safari dove gli animali vivono in libertà e sono osservabili dai visitatori dall’interno dei loro veicoli o usufruendo degli appositi trenini. Diviso in zone, si passa prima nella zona dei grandi erbivori: giraffe, elefanti, rinoceronti, struzzi; subito dopo si ammirano i felini come tigri e leoni. Sono presenti anche un rettilario, un acquario, la fattoria, i rapaci e un parco divertimento per i più piccoli.

Il parco ha stipulato un accordo di collaborazione con la facoltà di Medicina veterinaria dell’Università degli Studi di Torino sui progetti di ricerca che riguardano la patologia e il benessere degli animali allevati e sulla conservazione di alcune specie a rischio d’estinzione.

 

Descrizione lunga

Il Safari Park di Pombia è un complesso turistico fondato nel 1976 che include un giardino zoologico, uno zoo safari e un parco divertimenti e si trova a Pombia, in provincia di Novara. Nei suoi 450.000 mq di estensione ospita oltre 110 specie di animali, di cui tre a grave rischio estinzione: l’Antilope Addax, l’Asino Somalo e il Cobra Reale. Safari Park è, infatti, anche centro riproduttivo internazionale e garantisce la tutela del patrimonio genetico, la sopravvivenza della specie e, quando possibile, il reinserimento in natura.

È composto da due aree distinte: il parco divertimenti con una trentina di giostre, con animali entro recinti o gabbie, ed il parco safari dove gli animali vivono in libertà e sono osservabili dai visitatori dall’interno dei loro veicoli o usufruendo degli appositi trenini. Diviso in zone, si passa prima nella zona dei grandi erbivori: giraffe, elefanti, rinoceronti, struzzi; subito dopo si ammirano i felini come tigri e leoni. Sono presenti anche un rettilario, un acquario, la fattoria, i rapaci e un parco divertimento per i più piccoli.

Il parco ha stipulato un accordo di collaborazione con la facoltà di Medicina veterinaria dell’Università degli Studi di Torino sui progetti di ricerca che riguardano la patologia e il benessere degli animali allevati e sulla conservazione di alcune specie a rischio d’estinzione.