Crescentino

Ordina per: Azienda
Carnevale di Crescentino
Tipologia:
Descrizione:

Il Carnevale storico Crescentino racconta una storia di rivolta che risale al lontano 1529, quando il Conte Riccardo IV Tezzoni impose lo ius primae noctis attirandosi l’odio del paese. Rifiutandosi di giacere con lui, la figlia del mugnaio del Mulino Stella tagliò la testa al tiranno, mentre nel paese il suono della campana della Torre Civica richiamava il popolo a raccolta per iniziare la rivolta. In aiuto dei Crescentini, vennero un gruppo di rivoltosi da Vische, un paese vicino, che da poco si era liberato dal suo despota, allenaza ancora oggi molto sentita.

Da questa vicenda, nasce la tradizione del Carnevale Crescentino che ha come protagonista la Papetta, ovvero la giovane figlia del mugnaio, il cui soprannome deriva dalla farina usata per la polenta.Una peculiarità del carnevale è il Corso Mascherato, ovvero la sfilata di carri allegorici che ospita le più belle creazioni in cartapesta degli altri carnevali piemontesi.

Descrizione lunga:

Il Carnevale storico Crescentino racconta una storia di rivolta che risale al lontano 1529, quando il Conte Riccardo IV Tezzoni impose lo ius primae noctis attirandosi l’odio del paese. Rifiutandosi di giacere con lui, la figlia del mugnaio del Mulino Stella tagliò la testa al tiranno, mentre nel paese il suono della campana della Torre Civica richiamava il popolo a raccolta per iniziare la rivolta. In aiuto dei Crescentini, vennero un gruppo di rivoltosi da Vische, un paese vicino, che da poco si era liberato dal suo despota, allenaza ancora oggi molto sentita.

Da questa vicenda, nasce la tradizione del Carnevale Crescentino che ha come protagonista la Papetta, ovvero la giovane figlia del mugnaio, il cui soprannome deriva dalla farina usata per la polenta.Una peculiarità del carnevale è il Corso Mascherato, ovvero la sfilata di carri allegorici che ospita le più belle creazioni in cartapesta degli altri carnevali piemontesi.