Rifugio Saronno Al Belvedere

Rifugio Saronno Al Belvedere
Tipologia
Descrizione

Il Rifugio Saronno Al Belvedere si trova in Località Belvedere a Macugnaga (VB), a 1827 metri di altitudine.

Per le sue caratteristiche il rifugio è particolarmente indicato per quelle sezioni o gruppi autogestiti che desiderano introdurre giovani all’escursionismo, all’attività di arrampicata su roccia, di progressione su ghiaccio o semplicemente trascorrere una vacanza.

La struttura si può raggiungere da Pecetto, con seggiovia fino al Belvedere e di lì con 10 minuti di discesa fino alla sottostante conca verde dove si trova il rifugio. Partendo dalla stazione a valle della seggiovia, si risale per una carrabile attraverso il bosco e i prati fino all’Alpe Burki, in circa 30 minuti, dove giunge anche il primo troncone della seggiovia; lasciato alle spalle, si prosegue per 5 minuti dove si svolta a destra e si entra in un bosco di conifere percorrendo un sentiero che presenta alcune parti ripide (ma comunque sempre ombreggiato); in circa mezz'ora si giunge ad un colletto sottostante gli impianti da cui si scorge, attraverso le aghifoglie ad alto fusto, il rifugio che si raggiunge attraverso l’antistante prato (ore di percorrenza: 1.45).

 

Descrizione lunga

Il Rifugio Saronno Al Belvedere si trova in Località Belvedere a Macugnaga (VB), a 1827 metri di altitudine.

Per le sue caratteristiche il rifugio è particolarmente indicato per quelle sezioni o gruppi autogestiti che desiderano introdurre giovani all’escursionismo, all’attività di arrampicata su roccia, di progressione su ghiaccio o semplicemente trascorrere una vacanza.

La struttura si può raggiungere da Pecetto, con seggiovia fino al Belvedere e di lì con 10 minuti di discesa fino alla sottostante conca verde dove si trova il rifugio. Partendo dalla stazione a valle della seggiovia, si risale per una carrabile attraverso il bosco e i prati fino all’Alpe Burki, in circa 30 minuti, dove giunge anche il primo troncone della seggiovia; lasciato alle spalle, si prosegue per 5 minuti dove si svolta a destra e si entra in un bosco di conifere percorrendo un sentiero che presenta alcune parti ripide (ma comunque sempre ombreggiato); in circa mezz'ora si giunge ad un colletto sottostante gli impianti da cui si scorge, attraverso le aghifoglie ad alto fusto, il rifugio che si raggiunge attraverso l’antistante prato (ore di percorrenza: 1.45).