Rifugio Emilio Questa

Rifugio Emilio Questa
Tipologia
Descrizione

Il rifugio Emilio Questa si trova presso il lago delle Portette, nel territorio del comune italiano di Valdieri (CN), dentro i confini del Parco naturale delle Alpi Marittime, a 2.388 metri di altitudine.

La struttura è dotata di cucina, sala da pranzo, centrale elettrica (alimentata a pannelli solari con accumulatori) e due camerette da 6 posti ciascuna, mentre al primo piano si trovano i due dormitori da 14 e 10 posti. Il rifugio è anche dotato di locale invernale.

La storia del rifugio Emilio Questa inizia nel 1880, quando presso il Lago delle Portette viene edificata una “truna” (edificio seminterrato con struttura ad arco per il ricovero dei militari), poi convertita in una vera e propria casermetta, intitolata al capitano Eugenio Cappa, deceduto sul Monte Campigoletto nel 1917.

Dal posteggio di Terme di Valdieri parte una strada carrozzabile chiusa al traffico che in un’ora circa conduce al Piano del Valasco, dove si trova l’ex Palazzina Reale dei Savoia. Di qui la strada continua diventando poi mulattiera fino a circa 2.000 metri dove, presso un vecchio larice dalla punta mozzata, si diparte un sentiero che porta al rifugio (3 ore dal posteggio, segnavia bianchi e rossi). Dal larice è possibile anche continuare sulla mulattiera e raggiungere il rifugio più dolcemente passando per il lago di Valscura (in questo caso, 4 ore dal posteggio).

 

Descrizione lunga

Il rifugio Emilio Questa si trova presso il lago delle Portette, nel territorio del comune italiano di Valdieri (CN), dentro i confini del Parco naturale delle Alpi Marittime, a 2.388 metri di altitudine.

La struttura è dotata di cucina, sala da pranzo, centrale elettrica (alimentata a pannelli solari con accumulatori) e due camerette da 6 posti ciascuna, mentre al primo piano si trovano i due dormitori da 14 e 10 posti. Il rifugio è anche dotato di locale invernale.

La storia del rifugio Emilio Questa inizia nel 1880, quando presso il Lago delle Portette viene edificata una “truna” (edificio seminterrato con struttura ad arco per il ricovero dei militari), poi convertita in una vera e propria casermetta, intitolata al capitano Eugenio Cappa, deceduto sul Monte Campigoletto nel 1917.

Dal posteggio di Terme di Valdieri parte una strada carrozzabile chiusa al traffico che in un’ora circa conduce al Piano del Valasco, dove si trova l’ex Palazzina Reale dei Savoia. Di qui la strada continua diventando poi mulattiera fino a circa 2.000 metri dove, presso un vecchio larice dalla punta mozzata, si diparte un sentiero che porta al rifugio (3 ore dal posteggio, segnavia bianchi e rossi). Dal larice è possibile anche continuare sulla mulattiera e raggiungere il rifugio più dolcemente passando per il lago di Valscura (in questo caso, 4 ore dal posteggio).