Rifugio Boffalora

Rifugio Boffalora
Tipologia
Descrizione

Il Rifugio sorge in posizione soleggiata al centro della Val d’Egua e in prossimità dei confini del Parco Naturale della Valsesia, a 1865 metri di altitudine.
Circondato da una splendida corona di montagne, è il luogo ideale per scoprire un ambiente ancora incontaminato, osservare la fauna che vive indisturbata (camosci, caprioli, marmotte, aquile, volpi) e la splendida flora.

La baita è dotata di tutti i servizi utili a escursionisti e amanti della montagna. La struttura possiede 49 posti letto, docce con acqua calda, servizio ristoro con cucina casalinga, telefono, e locale invernale.

Al termine del paese di Carcoforo a 1304 m, inizia il largo sterrato che sale in direzione di una cappelletta. Il sentiero si restringe e, oltrepassato un agriturismo, si arriva ad un bivio. Si raggiunge un ponte in legno superato il quale il rifugio è ora visibile. Da qui seguendo sempre il sentiero si risale il pendio erboso fino a raggiungere l’alpeggio e si sale poi sulla sinistra in direzione del rifugio, raggiungendolo in breve tempo (ore di percorrenza 2).

Nei pressi del rifugio è possibile visitare:

Pizzo della Moriana a 2631 m (ore 2.30 dal rifugio).
Pizzo Tignaga a 2654 m.

Descrizione lunga

Il Rifugio sorge in posizione soleggiata al centro della Val d’Egua e in prossimità dei confini del Parco Naturale della Valsesia, a 1865 metri di altitudine.
Circondato da una splendida corona di montagne, è il luogo ideale per scoprire un ambiente ancora incontaminato, osservare la fauna che vive indisturbata (camosci, caprioli, marmotte, aquile, volpi) e la splendida flora.

La baita è dotata di tutti i servizi utili a escursionisti e amanti della montagna. La struttura possiede 49 posti letto, docce con acqua calda, servizio ristoro con cucina casalinga, telefono, e locale invernale.

Al termine del paese di Carcoforo a 1304 m, inizia il largo sterrato che sale in direzione di una cappelletta. Il sentiero si restringe e, oltrepassato un agriturismo, si arriva ad un bivio. Si raggiunge un ponte in legno superato il quale il rifugio è ora visibile. Da qui seguendo sempre il sentiero si risale il pendio erboso fino a raggiungere l’alpeggio e si sale poi sulla sinistra in direzione del rifugio, raggiungendolo in breve tempo (ore di percorrenza 2).

Nei pressi del rifugio è possibile visitare:

Pizzo della Moriana a 2631 m (ore 2.30 dal rifugio).
Pizzo Tignaga a 2654 m.