Natura in Piemonte

Esemplare di stambecco nel Parco nazionale del Gran Paradiso – Di Nessun autore leggibile automaticamente. Tbc presunto (secondo quanto affermano i diritti d’autore). – Nessuna fonte leggibile automaticamente. Presunta opera propria (secondo quanto affermano i diritti d’autore)., Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1225936

 

L’Italia può vantare un terzo degli esemplari di animali presenti in territorio europeo e la metà delle specie vegetali.

In Piemonte, tra le montagne, le colline, i boschi, i fiumi e i laghi, persino nei più piccoli ambienti palustri, all’apparenza poco significativi, vive un patrimonio di 3500 specie di piante (molte delle quali in via d’estinzione), 400 di uccelli, 80 di mammiferi, 60 di pesci e 40 di anfibi e rettili. Il ruolo dei parchi è fondamentale per conoscere e conservare questa ricchissima biodiversità.

Dal 2005 a oggi la regione ha fatto cospicui investimenti a tutela degli habitat e della varietà della vita. Dopo la reintroduzione nei Parchi naturali della regione, alcune specie a rischio d’estinzione hanno ripopolato anche le zone oltre i confini delle aree protette: un esempio è lo stambecco nel Parco della Val Troncea oppure il gipeto nel Parco delle Capanne di Marcarolo.

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso, istituito nel 1922, è il più antico d’Italia. Il suo territorio si estende tra la regione del Piemonte e quella della Valle d’Aosta. Nel Gran Paradiso si ha di fronte un paesaggio di imponenti montagne, di affascinanti ghiacciai e di profonde vallate, con la loro ricca vegetazione, composta dai licheni montani, dalle praterie alpine e dai boschi di larice e di latifoglie. La storia del parco è legata a quella dello stambecco, suo animale simbolo, preda per secoli di una caccia spietata che agli inizi del Novecento lo aveva portato tra gli animali a rischio di estinzione. Uno dei criteri alla base della fondazione del parco fu proprio la difesa dell’ambiente montano adeguato alla sopravvivenza della Capra ibex.

Il parco nazionale della Val Grande, istituito nel 1992, è un ottimo esempio della potenza della natura allo stato selvaggio: il parco è infatti l’area naturale più estesa d’Italia e una delle più significative d’Europa. La sua estensione corre tra la Val d’Ossola, la Val Vigezzo ed il lago Maggiore, comprendendo anche un’intera valle della provincia del Verbano Cusio Ossola. Il visitatore può ammirare in questa vallata una natura incontaminata, destreggiandosi tra fitti boschi, canyon, dirupi, scrosci da pareti strapiombanti e cascate. Di particolare rilievo sono le cave di Condoglia, che da secoli forniscono il marmo per il Duomo di Milano.

Categoria:

Credits

Le nostre fonti:

Piemonte: Regione Piemonte , Centro Estero Piemonte , Piemonte For You

Turismo: PiemonteItalia , Turismo Torino , Cuneo HolidayLanghe Roero , Asti Turismo , AlexalaAtl Sesia Vercelli, Turismo Novara , Lago Maggiore Turismo , VisitPiemonte , Val di Susa Turismo , Turismo Valli di Lanzo, CanaveseLab, AmilAmi (Anfiteatro Morenico di Ivrea)

Eventi: Eventi e Sagre, Sagre Piemonte, Sagre Itali,, Regione Piemonte, Piemonte, Informa , OffficineBrand

Prenotazioni Alberghiere: Booking Piemonte

Montagna e Rifugi: GtaPiemonte, Cai Piemonte, Piemonte Outdoor

Musei: Beni Culturali in PiemonteAbbonamento Musei PiemonteRete Ecomusei Piemonte

Sci e neve: PiemonteNeve , CuneoNeve , Dove Sciareil Bollettino neve

Parchi: Piemonte Parchi, Parchi Piemonte

Via Franchigena: Vie Francigene , Cammina Francigena, Sloways

Personaggi: Protagonisti in Piemonte

Meteo: Torino Meteo

Cinema: MyMovies

Categoria:

Eurovelo: l’ottavo itinerario del mediterraneo passa per Torino

Negli anni Novanta c’era un grande entusiasmo per l’Unione Europea. L’URSS era da poco crollata, e i paesi dell’Europa Centrale e Orientale erano determinati a staccarsi finalmente dall’influenza russa ed entrare nella modernità. Il trattato di Maastricht aveva da poco riformato le istituzioni europee e posto le basi per la moneta unica, l’euro. In quegli anni Europa era sinonimo di futuro e speranza, e i progetti culturali che traevano ispirazione da questi avvenimenti erano innumerevoli.

Leggi tutto »

FLOReal 2021 a Stupinigi: la mostra-mercato di fiori e piante

FLOReal 2021 a Stupinigi: la mostra-mercato di fiori e piante

FLOReal 2021 a Stupinigi: la mostra-mercato di fiori e piante

Data: 8 Ottobre 2021/10 Ottobre 2021
Sede: Stupinigi - Palazzina di Caccia, Piazza Principe Amedeo 7 , Nichelino

Alle porte di Torino, la maestosa Palazzina di Caccia di Stupinigi, inaugura il secondo weekend di ottobre, con la più grande mostra-mercato dedicata all'esposizione di fiori e piante. FLOReal, evento https://www.orticolapiemonte.it/events/floreal/...
iCal
Categoria:

Torino a Cielo Aperto 2021: tutto il programma degli eventi

Torino a Cielo Aperto 2021 torna  con un ricco programma di appuntamenti per un festival dell’estate torinese diffuso su tutto il territorio. La manifestazione ha come obiettivo quello di permettere ai torinesi e ai turisti in visita di riappropriarsi degli spazi pubblici e dei parchi cittadini dopo il lungo lockdown imposto dall’emergenza Covid-19 in Italia. Leggi tutto »

La ferrovia Cuneo – Ventimiglia  Nizza prima nel Censimento del FAI dei Luoghi del Cuore in Italia

Il 25 febbraio sono stati annunciati i vincitori del 10° Censimento dei Luoghi del Cuore in Italia che sono stati votati da ben 2.353.932 italiani hanno voluto dimostrare il loro amore per il patrimonio culturale e ambientale italiano: il miglior risultato di sempre per il censimento del FAI. Leggi tutto »

In giro in bicicletta per Torino e dintorni, percorsi ciclabili e servizi di bike sharing che la città offre

Nella città di Torino è possibile muoversi in bicicletta grazie a 207 km di piste ciclabili e ciclo-pedonali ed alla presenza di diversi servizi di bike sharing e punti noleggio.

La città di Torino ha approvato nel 2013 il “Biciplan”, un piano per combattere i livelli di inquinamento incentivando l’utilizzo della bicicletta non solo per il tempo libero ma anche nel percorso casa-scuola e casa-lavoro.

Il piano prevede anche interventi per migliorare la situazione dell’attuale rete di piste ciclabili. Leggi tutto »