Castello di Monasterolo di Savigliano – CN

Castello di Monasterolo di Savigliano – CN
Azienda: Castello di Monasterolo di Savigliano – CN
Tipologia:
Descrizione:

Le prime citazioni di Monasterolo risalgono ad un documento del 907. Il nome del luogo deriva da un monastero benedettino, forse patrimonio di Nonantola, attorno al quale si formò il centro abitato.
L’erezione dell’imponente maniero è datata al XIII secolo (1241) ed è attribuita all’iniziativa di Raimondo e Ottone Boverio, capostipiti dei Marchesi di Busca delle Langhe e di Rossana.
Distrutto durante le guerre del 1357-1363, che sconvolsero Monasterolo, il castello venne ricostruito dai Marchesi di Saluzzo. Risale infatti a questo periodo la massiccia struttura contemporanea, nonché le tre torrette angolari e la torre cilindrica di sud-ovest, unitamente al fossato perimetrale ed alla porta del “Rivellino”.
Nel 1378 fu acquistato dai Solaro di Asti, con versamento di “fiorini 13.000 d’oro di Fiorenza” al conte Amedeo VI di Savoia. Iniziò così il casato dei Solaro di Monasterolo, poi conti nel Seicento.
Nella primavera del 1630, l’esercito del cardinale Richelieu installò il campo a Monasterolo, in guerra con il duca sabaudo Carlo Emanuele I.
Il maniero dal Quattrocento al Settecento fu soggetto a numerosi lavori di ristrutturazione per ingentilire l’abitazione: l’aggiunta delle volte unghiate in alcuni ambienti, la costruzione della scenografica scala a tre rampe su pilastri e la copertura del tetto.
Nel Novecento, la contessa Maria Solaro di Monasterolo, alienò il castello al comune di Monasterolo (1928).

Info Tel: +39 0172 373026 Fax: +39 0172 373174 || Email: [email protected] ||  Web: http://www.comune.monasterolodisavigliano.cn.it

Aperture 2018
22 aprile;
13 maggio;
3 giugno;
1 luglio;
15 e 16 settembre;
14 ottobre

Prezzi gratuito

Descrizione lunga:

Le prime citazioni di Monasterolo risalgono ad un documento del 907. Il nome del luogo deriva da un monastero benedettino, forse patrimonio di Nonantola, attorno al quale si formò il centro abitato.
L’erezione dell’imponente maniero è datata al XIII secolo (1241) ed è attribuita all’iniziativa di Raimondo e Ottone Boverio, capostipiti dei Marchesi di Busca delle Langhe e di Rossana.
Distrutto durante le guerre del 1357-1363, che sconvolsero Monasterolo, il castello venne ricostruito dai Marchesi di Saluzzo. Risale infatti a questo periodo la massiccia struttura contemporanea, nonché le tre torrette angolari e la torre cilindrica di sud-ovest, unitamente al fossato perimetrale ed alla porta del “Rivellino”.
Nel 1378 fu acquistato dai Solaro di Asti, con versamento di “fiorini 13.000 d’oro di Fiorenza” al conte Amedeo VI di Savoia. Iniziò così il casato dei Solaro di Monasterolo, poi conti nel Seicento.
Nella primavera del 1630, l’esercito del cardinale Richelieu installò il campo a Monasterolo, in guerra con il duca sabaudo Carlo Emanuele I.
Il maniero dal Quattrocento al Settecento fu soggetto a numerosi lavori di ristrutturazione per ingentilire l’abitazione: l’aggiunta delle volte unghiate in alcuni ambienti, la costruzione della scenografica scala a tre rampe su pilastri e la copertura del tetto.
Nel Novecento, la contessa Maria Solaro di Monasterolo, alienò il castello al comune di Monasterolo (1928).

Info Tel: +39 0172 373026 Fax: +39 0172 373174 || Email: [email protected] ||  Web: http://www.comune.monasterolodisavigliano.cn.it

Aperture 2018
22 aprile;
13 maggio;
3 giugno;
1 luglio;
15 e 16 settembre;
14 ottobre

Prezzi gratuito


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.