Castello Pralormo – TO

Castello Pralormo – TO
Azienda: Castello Pralormo – TO
Tipologia:
Descrizione:

Cenni storici Le origini del Castello risalgono al Medioevo: posto in cima alla collina si trattava di un edificio-fortezza per la difesa del territorio, a pianta quadrata, circondato da un fossato. Ampliato a partire dal Quattrocento con torrioni, torri e sopraelevazioni, il castello ha assunto l’aspetto attuale grazie ai conti Beraudo di Pralormo che lo abitano dal 1680. Venute meno le esigenze militari, nel 1730 fu dotato di una bella cappella e di una sopraelevazione con saloni affrescati, ma la trasformazione radicale risale al 1840 quando Carlo Beraudo di Pralormo, ministro e ambasciatore di re Carlo Alberto, affidò l’edificio e il parco ai migliori architetti di corte. Ernesto Melano trasformò la fortezza in una piacevole dimora di rappresentanza, abolendo il fossato e il ponte levatoio e facendo del cortile centrale un grandioso salone da ballo alto tre piani. Il paesaggista Xavier Kurten creò un romantico parco all’inglese caratterizzato da un vero “percorso di delizie” con effetti scenografici e sapienti cannocchiali prospettici tra gli alberi, per dare risalto al magnifico panorama di montagne. Alla fine dell’Ottocento il parco fu arricchito di un’Orangerie, una grandiosa Cascina e una serra in vetro e ferro dei Fratelli Lefebvre di Parigi. Il Castello è tuttora permanentemente abitato dai proprietari che, ritenendosi “conservatori temporanei”, considerano giusto e doveroso preservare il castello e la tenuta con continui lavori di manutenzione, ma anche aprirli al pubblico, pur senza snaturarli.

Info Tel: +39 011 884870 , +39 011 8140981 || Email: [email protected] || Web: http://castellodipralormo.com   https://it-it.facebook.com/Castello.di.Pralormo

Aperture (2018) Dal 31 marzo al 1 maggio. Dal 6 maggio al 25 novembre: domenica e festivi (chiuso agosto). Aperto nelle festività: Pasqua; Pasquetta; 25 aprile; 1 maggio; 2 giugno. Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone). Orario: 10.00-18.00.

Prezzi Intero € 9; gruppi (min. 15 persone) e convenzionati € 7; ridotto (4-12 anni, disabili) € 5; gratuito fino a 4 anni. “Il trenino del conte” (visita per min. 5-max. 12 persone per volta): intero € 12; ridotto € 10; ridotto (6-12 anni) € 8. Visita al castello e “Trenino del conte”: intero € 15; ridotto (6-12 anni) € 10. Il costo della guida per gruppi è a parte. Messer Tulipano: intero € 8; gruppi (min. 15 persone) e convenzionati € 6,5; ridotto (4-12 anni, disabili) € 4; gratuito fino a 4 anni; biglietti acquistabili su www.ciaotickets.com

Descrizione lunga:

Cenni storici Le origini del Castello risalgono al Medioevo: posto in cima alla collina si trattava di un edificio-fortezza per la difesa del territorio, a pianta quadrata, circondato da un fossato. Ampliato a partire dal Quattrocento con torrioni, torri e sopraelevazioni, il castello ha assunto l’aspetto attuale grazie ai conti Beraudo di Pralormo che lo abitano dal 1680. Venute meno le esigenze militari, nel 1730 fu dotato di una bella cappella e di una sopraelevazione con saloni affrescati, ma la trasformazione radicale risale al 1840 quando Carlo Beraudo di Pralormo, ministro e ambasciatore di re Carlo Alberto, affidò l’edificio e il parco ai migliori architetti di corte. Ernesto Melano trasformò la fortezza in una piacevole dimora di rappresentanza, abolendo il fossato e il ponte levatoio e facendo del cortile centrale un grandioso salone da ballo alto tre piani. Il paesaggista Xavier Kurten creò un romantico parco all’inglese caratterizzato da un vero “percorso di delizie” con effetti scenografici e sapienti cannocchiali prospettici tra gli alberi, per dare risalto al magnifico panorama di montagne. Alla fine dell’Ottocento il parco fu arricchito di un’Orangerie, una grandiosa Cascina e una serra in vetro e ferro dei Fratelli Lefebvre di Parigi. Il Castello è tuttora permanentemente abitato dai proprietari che, ritenendosi “conservatori temporanei”, considerano giusto e doveroso preservare il castello e la tenuta con continui lavori di manutenzione, ma anche aprirli al pubblico, pur senza snaturarli.

Info Tel: +39 011 884870 , +39 011 8140981 || Email: [email protected] || Web: http://castellodipralormo.com   https://it-it.facebook.com/Castello.di.Pralormo

Aperture (2018) Dal 31 marzo al 1 maggio. Dal 6 maggio al 25 novembre: domenica e festivi (chiuso agosto). Aperto nelle festività: Pasqua; Pasquetta; 25 aprile; 1 maggio; 2 giugno. Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone). Orario: 10.00-18.00.

Prezzi Intero € 9; gruppi (min. 15 persone) e convenzionati € 7; ridotto (4-12 anni, disabili) € 5; gratuito fino a 4 anni. “Il trenino del conte” (visita per min. 5-max. 12 persone per volta): intero € 12; ridotto € 10; ridotto (6-12 anni) € 8. Visita al castello e “Trenino del conte”: intero € 15; ridotto (6-12 anni) € 10. Il costo della guida per gruppi è a parte. Messer Tulipano: intero € 8; gruppi (min. 15 persone) e convenzionati € 6,5; ridotto (4-12 anni, disabili) € 4; gratuito fino a 4 anni; biglietti acquistabili su www.ciaotickets.com


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.