Castello di Roddi

Castello di Roddi
Azienda: Castello di Roddi
Tipologia:
Descrizione:

Cenni storici Bisogna andare al secolo XI per rilevare la prima costruzione fortificata nello stesso luogo in cui ora si erge il Castello; la costruzione del Castello così come si presenta oggi risale probabilmente alla fine del Trecento/inizio Quattrocento verosimilmente opera della potente famiglia roddese dei Faletti. Procedendo, la proprietà passerà ai Mirandola e ai Chiesa. Durante il congresso di Vienna saranno i Savoia ad impossessarsi del Castello il quale diventerà successivamente prima bene statale e poi, definitivamente nel 2001, proprietà del Comune di Roddi. La struttura principale del Castello è parzialmente visitabile anche se in attesa di restauro mentre è stata oggetto di recente restauro la pertinenza: l’obbiettivo è di realizzare all’interno di essa una Scuola Internazionale di Cucina del Tartufo Bianco d’Alba. Attualmente è stata realizzata una moderna cucina didattica fornita di 12 moderne postazioni in acciaio che saranno utili ai turisti per imparare i fondamenti della cucina di Langa.
Info Tel. 39 338 956 9969 || Sito: http://www.castellodiroddi.it/
Aperture nei weekend e festivi. Per i mesi di Maggio e Giugno il sabato dalle 15.00 alle 18.00 e la domenica e i festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.
Luglio e Agosto limiteranno le visite nelle sole giornate di domenica e festivi con gli stessi orari.

A Settembre, Ottobre e Novembre (fino a domenica 11), per l’autunno del Tartufo Bianco d’Alba e la Fiera Internazionale, il castello tornerà a seguire gli orari più estesi del sabato, domenica e festivi.

Infine, ancora due aperture straordinarie nelle domeniche 18 e 25 novembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

Le visite (max 25 persone per gruppo) sono esclusivamente con accompagnamento.
Prezzi n.d.

Descrizione lunga:

Cenni storici Bisogna andare al secolo XI per rilevare la prima costruzione fortificata nello stesso luogo in cui ora si erge il Castello; la costruzione del Castello così come si presenta oggi risale probabilmente alla fine del Trecento/inizio Quattrocento verosimilmente opera della potente famiglia roddese dei Faletti. Procedendo, la proprietà passerà ai Mirandola e ai Chiesa. Durante il congresso di Vienna saranno i Savoia ad impossessarsi del Castello il quale diventerà successivamente prima bene statale e poi, definitivamente nel 2001, proprietà del Comune di Roddi. La struttura principale del Castello è parzialmente visitabile anche se in attesa di restauro mentre è stata oggetto di recente restauro la pertinenza: l’obbiettivo è di realizzare all’interno di essa una Scuola Internazionale di Cucina del Tartufo Bianco d’Alba. Attualmente è stata realizzata una moderna cucina didattica fornita di 12 moderne postazioni in acciaio che saranno utili ai turisti per imparare i fondamenti della cucina di Langa.
Info Tel. 39 338 956 9969 || Sito: http://www.castellodiroddi.it/
Aperture nei weekend e festivi. Per i mesi di Maggio e Giugno il sabato dalle 15.00 alle 18.00 e la domenica e i festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.
Luglio e Agosto limiteranno le visite nelle sole giornate di domenica e festivi con gli stessi orari.

A Settembre, Ottobre e Novembre (fino a domenica 11), per l’autunno del Tartufo Bianco d’Alba e la Fiera Internazionale, il castello tornerà a seguire gli orari più estesi del sabato, domenica e festivi.

Infine, ancora due aperture straordinarie nelle domeniche 18 e 25 novembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

Le visite (max 25 persone per gruppo) sono esclusivamente con accompagnamento.
Prezzi n.d.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.