Carnevale di Varallo

Carnevale di Varallo
Azienda: Carnevale di Varallo
Tipologia:
Descrizione:

Il carnevale di Varallo ha una storia secolare dato che nel 2005 è stato festeggiato il centesimo anniversario. La tradizione più antica è la Paniccia, il minestrone che un tempo serviva per garantire un piatto caldo a poveri e carcerati.  Il simbolo del carnevale di Varallo è la Lum un piccolo lume ad olio che un tempo rischiarava le veglie dei montanari valsesiani.

Marcantonio e Cecca sono le maschere più conosciute del Carnevale mentre la Veggia Pasquetta, oggi secondaria, è di antiche origini. Un’altra delle iniziative più antiche è certamente la Giobbiaccia o Giubiaccia, la tradizione del giovedì grasso, quando si iniziò a raccogliere offerte per gli incendiati, distribuendo una canzone dialettale composta per l’occasione. Negli anni seguenti l’iniziativa proseguì con la composizione di nuove canzoni, che vennero vendute a favore dei bisognosi: le canzoni della Giubiaccia.

Descrizione lunga:

Il carnevale di Varallo ha una storia secolare dato che nel 2005 è stato festeggiato il centesimo anniversario. La tradizione più antica è la Paniccia, il minestrone che un tempo serviva per garantire un piatto caldo a poveri e carcerati.  Il simbolo del carnevale di Varallo è la Lum un piccolo lume ad olio che un tempo rischiarava le veglie dei montanari valsesiani.

Marcantonio e Cecca sono le maschere più conosciute del Carnevale mentre la Veggia Pasquetta, oggi secondaria, è di antiche origini. Un’altra delle iniziative più antiche è certamente la Giobbiaccia o Giubiaccia, la tradizione del giovedì grasso, quando si iniziò a raccogliere offerte per gli incendiati, distribuendo una canzone dialettale composta per l’occasione. Negli anni seguenti l’iniziativa proseguì con la composizione di nuove canzoni, che vennero vendute a favore dei bisognosi: le canzoni della Giubiaccia.