Nizza DOCG

Nizza DOCG
Azienda: Nizza DOCG
Tipologia:
Descrizione:

Vino rosso prodotto esclusivamente con uve Barbera selezionate coltivate in 18 comuni dell’astigiano nei dintorni di Nizza Monferrato, il Nizza viene riconosciuto nel 2002 come “sottozona” della Barbera d’Asti Docg per poi ottenere nel 2014 una denominazione propria, che racchiude nel suo nome tutta la tradizione e la cultura del territorio in cui nasce.
L’alta qualità del Nizza Docg è garantita non soltanto dal rigido disciplinare di produzione che delimita l’area di produzione e stabilisce vincoli specifici in materia di coltivazione e vinificazione, ma anche dal codice etico adottato dai suoi produttori. Il disciplinare di produzione stabilisce un periodo di invecchiamento minimo di 18 mesi, di cui almeno 6 in legno, mentre la tipologia “Riserva” prevede un invecchiamento minimo di 30 mesi, di cui 12 in legno. È inoltre possibile aggiungere la menzione “Vigna”.
SCHEDA TECNICA:

Nizza Docg  (anche “Vigna”)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010 modificato con Decreto 19 novembre 2014)
Vitigno: 100% Barbera
Colore: rosso rubino tendente al rosso granato con l’invecchiamento.
Odore: intenso e caratteristico, etereo.
Sapore: secco, corposo, armonico e rotondo.
Invecchiamento: minimo 18 mesi, di cui almeno 6 in legno.
Gradazione alcolica minima: 13,00% vol.; 13,50% vol. per la menzione “vigna”.

Nizza Docg  Riserva (anche “Vigna”)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010 modificato con Decreto 19 novembre 2014)
Vitigno: 100% Barbera
Colore: rosso rubino tendente al rosso granato con l’invecchiamento.
Odore: intenso e caratteristico, etereo.
Sapore: secco, corposo, armonico e rotondo.
Invecchiamento: minimo 30 mesi, di cui almeno 12 in legno.
Gradazione alcolica minima: 13,00% vol.; 13,50% vol. per la menzione “vigna”.

Descrizione lunga:

Vino rosso prodotto esclusivamente con uve Barbera selezionate coltivate in 18 comuni dell’astigiano nei dintorni di Nizza Monferrato, il Nizza viene riconosciuto nel 2002 come “sottozona” della Barbera d’Asti Docg per poi ottenere nel 2014 una denominazione propria, che racchiude nel suo nome tutta la tradizione e la cultura del territorio in cui nasce.
L’alta qualità del Nizza Docg è garantita non soltanto dal rigido disciplinare di produzione che delimita l’area di produzione e stabilisce vincoli specifici in materia di coltivazione e vinificazione, ma anche dal codice etico adottato dai suoi produttori. Il disciplinare di produzione stabilisce un periodo di invecchiamento minimo di 18 mesi, di cui almeno 6 in legno, mentre la tipologia “Riserva” prevede un invecchiamento minimo di 30 mesi, di cui 12 in legno. È inoltre possibile aggiungere la menzione “Vigna”.
SCHEDA TECNICA:

Nizza Docg  (anche “Vigna”)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010 modificato con Decreto 19 novembre 2014)
Vitigno: 100% Barbera
Colore: rosso rubino tendente al rosso granato con l’invecchiamento.
Odore: intenso e caratteristico, etereo.
Sapore: secco, corposo, armonico e rotondo.
Invecchiamento: minimo 18 mesi, di cui almeno 6 in legno.
Gradazione alcolica minima: 13,00% vol.; 13,50% vol. per la menzione “vigna”.

Nizza Docg  Riserva (anche “Vigna”)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010 modificato con Decreto 19 novembre 2014)
Vitigno: 100% Barbera
Colore: rosso rubino tendente al rosso granato con l’invecchiamento.
Odore: intenso e caratteristico, etereo.
Sapore: secco, corposo, armonico e rotondo.
Invecchiamento: minimo 30 mesi, di cui almeno 12 in legno.
Gradazione alcolica minima: 13,00% vol.; 13,50% vol. per la menzione “vigna”.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.