Roero DOCG

Roero DOCG
Azienda: Roero DOCG
Tipologia:
Descrizione:

Documenti storici attestano la coltivazione di uve Nebbiolo nel territorio del Roero fin dal lontano 1303. Il disciplinare di produzione di questo vino rosso prevede che la denominazione Roero Docg sia riservata ai vini prodotti da uve Nebbiolo in misura pari almeno al 95%, coltivate in 19 comuni in provincia di Cuneo facenti parte dell’omonima regione collinare situata sulla sinistra orografica del fiume Tanaro; mentre per il restante 5% possono concorrere altri vitigni a bacca nera non aromatici, tra quelli raccomandati o autorizzati. Nella quasi totalità dei casi, però, il Roero è un vino ottenuto da uve Nebbiolo in purezza, come nel caso di Barolo e Barbaresco.
SCHEDA TECNICA:

Roero Docg (anche Riserva)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010.
Vitigno: Nebbiolo dal 95 al 100%. Per il restante 5% possono concorrere uve da vitigni raccomandati e/o autorizzati, non aromatici.
Colore: rosso rubino o granato.
Odore: fruttato, caratteristico e con eventuale sentore di legno.
Sapore: asciutto, di buon corpo, armonico ed eventualmente tannico.
Invecchiamento: minimo 20 mesi, di cui almeno 6 in legno; 32 mesi, di cui 6 in legno per i vini con menzione Riserva.
Gradazione alcolica minima: 12,50% vol.

Descrizione lunga:

Documenti storici attestano la coltivazione di uve Nebbiolo nel territorio del Roero fin dal lontano 1303. Il disciplinare di produzione di questo vino rosso prevede che la denominazione Roero Docg sia riservata ai vini prodotti da uve Nebbiolo in misura pari almeno al 95%, coltivate in 19 comuni in provincia di Cuneo facenti parte dell’omonima regione collinare situata sulla sinistra orografica del fiume Tanaro; mentre per il restante 5% possono concorrere altri vitigni a bacca nera non aromatici, tra quelli raccomandati o autorizzati. Nella quasi totalità dei casi, però, il Roero è un vino ottenuto da uve Nebbiolo in purezza, come nel caso di Barolo e Barbaresco.
SCHEDA TECNICA:

Roero Docg (anche Riserva)
Disciplinare di produzione: D.M. 17 settembre 2010.
Vitigno: Nebbiolo dal 95 al 100%. Per il restante 5% possono concorrere uve da vitigni raccomandati e/o autorizzati, non aromatici.
Colore: rosso rubino o granato.
Odore: fruttato, caratteristico e con eventuale sentore di legno.
Sapore: asciutto, di buon corpo, armonico ed eventualmente tannico.
Invecchiamento: minimo 20 mesi, di cui almeno 6 in legno; 32 mesi, di cui 6 in legno per i vini con menzione Riserva.
Gradazione alcolica minima: 12,50% vol.