Palazzo Cisterna

Palazzo Cisterna
Palazzo Cisterna

Il nucleo originario dell’edificio risale al 1675 ad opera di Antonio Maurizio Valperga o di suo fratello Andrea . Tre anni dopo viene allestito il giardino interno, per desiderio della Madama Reale. Nel 1685 il Palazzo passa alla Famiglia Dal Pozzo della Cisterna, con cui inizia un lungo periodo di restauri grandiosi e di  splendore. Segue poi un periodo di interruzione delle opere di decoro, che riprendono solo nella seconda metà dell’Ottocento con il matrimonio tra Maria Vittoria, figlia di Carlo Emanuele della Cisterna, e Amedeo di Savoia duca d’Aosta.

Dopo la morte della Principessa Maria Vittoria Amedeo d’Aosta volle completare il Palazzo. Negli anni successivi agli inizi del ‘900 furono effettuati solo degli interventi minori; nel 1940 i Savoia-Aosta vendono l’edificio, ormai scarsamente utilizzato, all’Amministrazione Provinciale, diventandone sede ufficiale nel 1945 per poi diventarlo della Città Metropolitana.