FLOReal 2021 a Stupinigi: la mostra-mercato di fiori e piante

Date: 8 Ottobre 2021/10 Ottobre 2021

Sede: Stupinigi - Palazzina di Caccia , Piazza Principe Amedeo 7 , Nichelino

Sito Web

Alle porte di Torino, la maestosa Palazzina di Caccia di Stupinigi, inaugura il secondo weekend di ottobre, con la più grande mostra-mercato dedicata all’esposizione di fiori e piante. FLOReal, evento https://www.orticolapiemonte.it/events/floreal/ in cui si riuniranno i migliori vivaisti piemontesi e italiani a cui si aggiungeranno numerose iniziative tra cui: presentazioni di libri e conferenze, proiezioni, installazioni artistiche, mostre e performance. Non sarà solo intrattenimento e stupore, è un evento che vuole racchiude un messaggio importante: promuovere la ricerca e sostegno di un nuovo possibile rapporto con il nostro pianeta, ed il rapporto tra l’uomo e le piante.

Ci sarà uno spazio dedicato al ristoro dove si potranno assaggiare i prodotti culinari dell’eccellenza piemontese. É un evento costruito in collaborazione con importanti realtà incontrate in questi anni come Agroinnova dell’Università di Torino e la storica Società Toscana di Orticoltura, oltre che con una serie di soggetti che sono la bandiera della cultura a Torino.

Programma:

Venerdì 8 ottobre 2021

  • Ore 10.30 – 12 – Citroniera di Levante
    “Giardino Flor – Reale”: un progetto di riqualificazione dell’area verde Podere San Giovanni
    intervengono: Luigi Chiappero – Parco di Stupinigi; Giustino Ballato – Presidente Associazione Società Orticola Piemonte; Isabella DeVecchi – Stupinigi È; Muriel Tegoli – farmer florist, ILPODERELEROCCHE

 

  • Ore 11 – 12.30
    Presentazione: “RinascITALIA”
    a cura di Asproflor Comuni Fioriti
    Il progetto RinascITALIA nasce dal desiderio di mettere in moto un’iniziativa straordinaria per stimolare la ripresa nella difficile situazione vissuta in questi due anni e per abbracciare simbolicamente l’Italia. Con un camper, due operatori percorreranno i 9000 km della costa Italiana, invitando i 654 Comuni ad aderire all’iniziativa, motivandoli a partecipare al progetto di Asproflor Comuni Fioriti.

 

  • ore 14.30 – 15.30 – Sala Camini
    “Costruire un mondo sostenibile: il contributo della coltivazione etica dei fiori locali e di stagione”
    Una tavola rotonda per fare il punto sul fiore coltivato in modo naturale esplorandone le sue declinazioni nella filiera agricola, nel mondo della composizione floreale, nell’immaginario come simbolo di bellezza e di espressione artistica, dando voce a chi lo coltiva in modo etico e sostenibile, a chi lo sceglie e lo utilizza come materia prima per i propri allestimenti.

 

  • ore 14.30 – 16 – Citroniera di Levante
    “Prospettive per paesaggi e gestione degli orti urbani sostenibili e partecipati”
    L’incontro vuole percorrere la storia dei nostri paesaggi rurali ed urbani, la loro interconnessione con le attività produttive, ambientali e sociali, e la poco conosciuta tematica dell’agrobiodiversità.
    Si analizzerà l’evoluzione di alcuni aspetti innovativi che riguardano la rigenerazione di aree urbane e rurali e percorsi di progettazione partecipativa come il caso degli “Orti della Diversità” in Toscana

 

  • ore 16-17.30 – Sala Camini
    “We tree, un patto verde per un nuovo equilibrio tra uomo e natura”
    weTree nasce per portare maggiori spazi verdi e alberi all’interno dei centri urbani e per valorizzare il ruolo delle donne in un momento di ripresa del paese dopo la pandemia. Durante questo incontro, le protagoniste, il cuore dell’Associazione, racconteranno i primi progressi sul territorio nazionale e le opportunità future del progetto weTree. Non solo i boschi, ma anche il riconoscimento del ruolo delle donne.

 

  • ore 16.00 – 18.00 – Citroniera di Levante
    PLANTHROPOCENE AL CINEMA
    “Homo Botanicus”
    (Colombia/Francia, 2018, 88’) di Guillermo Quintero
    A cura di Davide Oberto – Torino Film Festival

 

  • ore 18.00 – 19.00 – Citroniera di Levante
    “Declino degli impollinatori in relazione alle variazioni climatiche
    Il progetto Autostrada delle Api”
    a cura di Parco Naturale di Stupinigi

 

  • ore 18.00-19.00
    talk: “Planthropocene”
    Intervista esclusiva con Natasha Myers antropologa, professoressa associata presso la York University di Toronto, teorica del “Plantropocene”. Becoming Sensor in the Planthroposcene”.

 

  • ore 19.00 – 23.59
    “FLOWER POWER”
    L’aperitivo di FLOREAL

Sabato 9 ottobre 2021

  • ore 9.30 – 10.45 – Sala Camini
    Presentazione: “Guida del parco di Stupinigi”
    interviene:
    Luca D’angelo guardiaparco del parco Parco naturale di Stupinigi

 

  • ore 11.00-12.00 – Sala Camini
    Presentazione libro: “Gli amici di Prato Verde” di Franca Acquarone.
    Il libro, rivolto ai piccoli lettori e alle giovani lettrici (6-8 anni), racconta le vicende di un gruppo di simpatici e intraprendenti cuccioli di animali selvatici, che si svolgono all’ombra di dodici grandi alberi. Un libro per imparare l’arte più difficile e necessaria: diventare grandi. Edito da Araba Fenice.

 

  • ore 11.00 – 12.00 – Citroniera di Levante
    talk: La storia della plastica MCP
    ore 14.30 -15.30 – Sala Camini
    Presentazione libro “A spasso nelle storie piemontesi” di Emanuele Davide Ruffino
    Teresa Scalzo, curatrice del volume, e l’autore Emanuele Davide Ruffino, ci portano alla scoperta della secolare storia del Piemonte, a visitare castelli e parchi, ad ascoltare storie di battaglie e dinastie, ad ammirare capolavori dell’arte e della letteratura. Senza dimenticare i misteri che ancora oggi suscitano l’interesse e la curiosità dei tanti viaggiatori che continuano a visitare e ad amare questo territorio. Edito da Araba Fenice

 

  • ore 16.00-17.00 – Sala Camini
    Presentazione libro: “Ci vuole un fiore” di Mariacristina Villani
    Editore Codice Edizioni
    intervengono:
    Marco Bo, Codice Edizioni
    ore 17.15 – 18.15 – Sala Camino
    Presentazione libro: L’altro mondo in un pianeta che cambia”
    Editore Bompiani

 

  • ore 17.00 – 19.00 – Citroniera di Levante
    PLANTHROPOCENE AL CINEMA
    “TU CROIS QUE LA TERRE EST CHOSE MORTE”
    (Francia, 2019, 70’) di Florence Lazar
    A cura di Davide Oberto – Torino Film Festival
    A partire dalla crisi ecologica che ha devastato il suolo della Martinica, l’artista e regista francese Florence Lazar incontra donne e uomini che cercano non solo di arginare l’inquinamento del territorio, ma di ricostruire un rapporto ancestrale con le piante e la terra capace di far vacillare il nostro sguardo sulla natura.

 

  • ore 19.00 – 23.59
    “THIS IS INDIE”
    Aperitivo alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

Domenica 10 ottobre 2021

  • ore 10.30 -11.30 – Sala Camini
    Presentazione Libro: “Il Mediterraneo nel vostro giardino” di Olivier Filippi
    Un viaggio negli ambienti del Mediterraneo, alla scoperta delle piante, dei paesaggi e delle tecniche tradizionali che li hanno modellati e grazie alle quali sono stati trasformati e conservati. Per imparare a realizzare giardini sostenibili, compatibili con il nostro tempo, ovunque si trovino. Un’ispirazione per il futuro. Edito da Libreria della Natura.

 

  • ore 10.30 -11.30 – Citroniera di Levante
    Must Had: The Refashion Community
    Interviene Matteo Aghemo

 

  • ore 11.45 – 12.45 – Sala Camino
    “Orti delle meraviglie. I giardini botanici e la diffusione planetaria delle piante” di Silvia Fogliato
    La botanica nemmeno esiste come parola, ma le piante sono fondamentali. Siamo agli albori degli orti botanici, tra Cinquecento e Seicento, quando la vita vegetale va messa al servizio della medicina. Si coltivano le piante officinali e si insegna ai futuri medici a riconoscerle, per evitare di mandare i pazienti al creatore. Nel mentre, in gran numero arrivano le piante esotiche, dal Levante, poi dalle Americhe e l’India. Ricercate per le loro virtù medicinali, ma anche per bellezza e e rarità, fanno dei giardini botanici una vetrina. Edito da DeriveApprodi.

 

  • ore 14.30 – 15.30 – Sala Camino
    Talk: “Lane italiane e sostenibilità”
    L’utilizzo sostenibile di lane di razze autoctone, dal punto di vista di donne artigiane

 

  • ore 14.30 -16.00 – Citroniera di Levante
    Proiezione cinematografica
    “STRAWS”
    Ogni anno miliardi di cannucce di plastica finiscono nelle discariche, sporcano le strade o vengono trascinate da vento e pioggia sulle spiagge e nell’oceano. Il video di una tartaruga con una cannuccia incastrata nel naso diventò virale e diede inizio ad una campagna globale contro le cannucce. L’attore/direttore Tim Robbins narra la storia nel documentario STRAWS dove ricercatori marini, attivisti e imprenditori parlano di come fare un mare di cambiamento, una cannuccia alla volta.”

 

  • ore 16.00 – 17.00
    “Utopie urbane tra arte e mondo vegetale”
    Le nostre città possono acquisire, dalla convivenza con il cambiamento climatico e con la recente pandemia, un forte impulso allo sviluppo di nuovi scenari che vedano il regno vegetale sempre più protagonista. Il progetto Forestopia, che verrà presentato nel talk, ha l’obiettivo di ideare e sperimentare metodi in grado di anticipare cambiamenti urbani che prevedono una diffusione della vegetazione in ogni spazio disponibile. Grazie all’intervento dei relatori, si indagherà il rapporto tra l’impatto del verde, dell’arte contemporanea e dell’architettura nelle trasformazioni urbane e la forza di una possibile sinergia tra questi nell’immaginare la città del futuro.

 

  • ore 16.00 – 18.00
    PLANTHROPOCENE AL CINEMA
    “Wild relatives”
    (Germania/Libano/Norvegia, 2017, 62’) di Jumana Manna
    A cura di Davide Oberto, Torino Film Festival
    L’artista palestinese Jumana Manna segue il viaggio dei semi, messi in salvo dalle guerre siriane, che dal Libano arrivano alla banca dei semi sita nelle isole Svalbard, in Norvegia. Un viaggio inaspettato che cambia le nostre prospettive.

 

  • ore 18.00-19.00
    Performance teatrale: “Tulipani con la febbre”
    Come la salute delle piante può cambiare il mondo

 

  • ore 19.30 – 23.59
    “The Svallbard Suite”
    FABRIZIO MODONESE PALUMBO + PAUL BEAUCHAMP
    The Svalbard Suite, sesto album dei Blind Cave Salamander, uscito nel 2019 per Hypershape Records, è il risultato di una residency e due viaggi nelle isole Svalbard. Un’esplorazione sonora e socioecologica, parte di un progetto realizzato in collaborazione con la compagnia teatrale Il Mutamento Zona Castalia, il videomaker Omar Bovenzi e l’artista Gianni Colosimo, che comprende un documentario, un cortometraggio e un’opera teatrale ispirati alla geografia straordinaria di un territorio «a 12 gradi di latitudine dal Polo Nord, dove gli uomini sono meno degli orsi polari, i semi provenienti da tutto il mondo sono conservati sotto il permafrost, non ci sono eserciti e non puoi essere seppellito. Uno dei posti sulla Terra più colpiti dal riscaldamento globale».
    Un’esplorazione sonora e socioecologica sulle Isole Svalbard: il progetto The Svalbard Suite
    The Svalbard Suite | Blind Cave Salamander | Hypershape Records

Per tutta la durata di FLOReal 

  • “MORE CLAY LESS PLASTIC”: un progetto di Lauren Moreira.
    “MORE CLAY LESS PLASTIC nasce da una triste constatazione: nel 2013, tornata in Brasile per una breve vacanza, visitando le spiagge che frequentavo da ragazza ho trovato una quantità di rifiuti devastante. Plastica ovunque, soprattutto buste della spesa, sacchetti di snack e cannucce.
    Chiedendomi cosa avrei potuto fare per aiutare l’ambiente, ho trovato la risposta proprio nel mio lavoro: ridurre l’uso della plastica producendo con l’argilla oggetti d’uso quotidiano. Scolapasta, bicchieri, piatti, ciotole… che un tempo erano prodotti con l’argilla e in seguito con la plastica, potevano tornare ad essere d’argilla.
    Dal desiderio di condividere questo mio nuovo impegno coinvolgendo altri ceramisti è nata l’idea del progetto MORE CLAY LESS PLASTIC che nasce nel 2014 su Facebook, in forma di gruppo aperto, con l’idea di creare un network internazionale che coinvolga ceramisti professionisti, appassionati e persone comuni, dove tutti sono invitati a condividere idee e foto di come sostituire gli oggetti di plastica, specie in cucina e nell’usa e getta alimentare.
    L’obiettivo è la sensibilizzazione alle buone pratiche di cura per l’ambiente, promuovendo la riduzione dell’utilizzo della plastica attraverso incontri culturali, workshop e mostre.”

 

  • “TERRE IN VISTA”
    Terre per raccontare, terre per divertirsi, terre per sorridere e dimenticare, terre per farsi compagnia, terre al confine fra idee e pensieri, terre per oggi domani e ieri, terre per giorni un po’ bianchi e un po’ neri, terre di viaggi e di conquista, terre di pace terre in vista. Progetto di Massimo Voghera e Enrica Campi

Prezzo

L’ingresso è di 5 euro (6 euro in prevendita, maggiori informazioni al sito http://www.orticolapiemonte.it ). L’incasso sarà devoluto come contributo al progetto di riforestazione urbana FORESTOPIA.

Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su “Like”. Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.

Sto caricando la mappa ....

Categorie:No Categorie

Categoria: