Il Piemonte pronto per un’altra stagione a ritmo di Jazz

Tutto è pronto per il Torino Jazz Festival, annuale kermesse che dal 2012 riunisce alcune delle più importanti personalità del jazz nel capoluogo piemontese. L’appuntamento è infatti per il prossimo 25 aprile 2020 quando prenderà il via l’ottava edizione di una manifestazione che in soli 8 anni è diventata un importante punto di riferimento nella scena musicale non solo italiana ma anche europea. Il 2020 però sarà anche il secondo anno del Torino Jazz Festival Piemonte, una sorta di preview del festival, che nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Piemonte dal Vivo e Città di Torino con il Torino Jazz Festival, e che quest’anno cresce e sfodera un cartellone di tutto rispetto. Dal prossimo 5 marzo fino al 19 aprile andrà infatti in scena la manifestazione itinerante che porterà in giro per la regione un vero e proprio calderone di iniziative all’insegna della musica jazz in tutte le sue fantasiose declinazioni.

Tra i numerosi protagonisti che prenderanno parte a questa seconda edizione del TJF Piemonte, ci saranno alcune pietre miliari della storia del jazz che si esibiranno in alcuni concerti dedicati proprio ai decani di questo stile musicale. Nelle numerose date previste dal Torino Jazz Festival Piemonte si esibiranno artisti del calibro di Gary Smulyan, Ralph Lalama Quartet, Enrico Rava e il mitico Joe Lovano. Ma siccome il jazz si nutre anche di incursioni da parte di altre espressioni culturali come la poesia e il cinema, sono previsti numerosi appuntamenti con ospiti da questi mondi: da segnalare la serata prevista ad Asti il 15 marzo quando Gianni Coscia, Dino Piana ed Enrico Rava saranno protagonisti assieme al regista cinematografico Pupi Avati per una insolita serata di accordi e di ricordi. Il regista bolognese è infatti sempre stato molto attento alle colonne sonore dei suoi film, tra cui impossibile dimenticare “Ma Quando Arrivano le Ragazze” del 2005 con le musiche del compositore Riz Ortolani o anche nelle due pietre miliari della sua carriera e già icone del mondo del poker quali “Regalo di Natale” e “La rivincita di Natale”, entrambi musicati dal compianto compositore marchigiano. Per rimanere in tema poker, non si può non citare la serata di Alessandria quando salirà sul palco il Luigi Bonafede Poker Quartet, in vero omaggio alla tradizione jazzistica piemontese.

Il cinema sarà protagonista anche nella serata che andrà in scena il 15 aprile a Cuneo quando il figlio di Clint Eastwood, Kyle, presenterà il suo nuovo album Cinematic e rivisiterà alcune colonne sonore dei film classici accompagnato da un prestigioso quintetto musicale. Nei giorni a seguire, il 18 aprile, a Rivoli verrà invece proiettata una versione restaurata del film “La passione di Giovanna d’Arco” di Carl Theodor Dreyer, accompagnato da una colonna sonora suonata dal vivo. La kermesse verrà chiusa il 19 aprile a Saluzzo, quando si esibirà il quartetto François Bourassa, uno dei gruppi jazz più influenti del Canada.

Insomma, per festeggiare i 50 anni della regione, il Piemonte e le sue città vogliono fare sul serio, mettendo in scena una kermesse che trasformerà il territorio in un locale jazz all’aperto per quasi due mesi. Il Torino Jazz Festival Piemonte, dopo la sua conclusione il 19 aprile, verrà seguito dal Torino Jazz Festival vero e proprio, evento che richiamerà nel capoluogo piemontese moltissimi appassionati di jazz da ogni parte d’Italia (e non solo). L’evento, che durerà fino al 2 maggio 2020, prevede una lunga serie di attività per tutti gli amanti di questo stile musicale che, oltre all’energia degli assoli e delle numerose jam session previste, potranno partecipare ad incontri, spettacoli sonori realizzati in aree pubbliche e private e incursioni musicali in luoghi particolari e atipici. Diretta dalla coppia di musicisti Giorgo Li Calzi e Diego Borotti, la rassegna 2020 vede un programma particolarmente intenso grazie al quale Torino si trasformerà in un locale jazz all’aperto, che vedrà centinaia di artisti esibirsi non solo sul palco delle Officine Grandi Riparazioni (OGR) ma anche in numerosi club della città e in svariate sale da concerto come quella del Piccolo Regio o quella del Conservatorio Giuseppe Verdi.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.