La rivoluzione digitale dei Bitcoin: da Torino al mondo intero

Negli ultimi anni il fenomeno delle criptovalute e dei Bitcoin è salito alla ribalta e se ne parla sempre più spesso. La città di Torino è attenta all’innovazione ancora una volta: non solo è stata una delle prime in Italia a mettere a disposizione più bancomat Bitcoin per le sue strade, ma è anche la prima città in cui è stata acquistata una casa con questa criptovaluta. Cosa comportano oggi queste innovazioni e quali saranno le direzioni future di questo mercato? Di seguito un’analisi della situazione di Torino e del mercato in generale.

Torino all’avanguardia: come cresce il valore dei Bitcoin

Quella dei Bitcoin è una storia recente: questa moneta elettronica è stata creata nel 2009, dieci anni fa, dall’inventore rimasto anonimo e noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. A dicembre 2017 si è registrato il picco del valore, quando un Bitcoin è arrivato a valere oltre 20.000 dollari, con successivi cali e nuove crescite. Oggi la situazione si sta stabilizzando e chi ha deciso di investire in questa realtà innovativa si trova davanti a cifre interessanti e, soprattutto, alla diffusione e accettazione dei Bitcoin in contesti sempre più vari. Un esempio? A Torino, in via Maria Vittoria 38, è situato il primo Bitcoin ATM del Piemonte, oggi accompagnato da altri due sportelli per acquisto e prelievo. Sempre a Torino spetta un altro primato in Italia: a gennaio è stata acquistata la prima casa, in pieno centro, completamente con Bitcoin. Ciò è stato possibile grazie all’attenzione del notaio per la tecnologia e le innovazioni in campo finanziario, ma è assolutamente plausibile che a breve diventi una direzione intrapresa anche da persone comuni e non solo da appassionati di digitale.

Bitcoin oggi: cosa è possibile comprare?

Torino è ovviamente parte di un fenomeno molto più ampio che vede la diffusione dei pagamenti con Bitcoin salire a ritmi molto rapidi. Il pagamento con le criptovalute è infatti sempre più accettato e visto di buon occhio da varie aziende, in diversi settori, soprattutto riguardo gli ambiti in cui l’avanguardia è fondamentale non solo per lo sviluppo ma anche per il miglioramento dei servizi già offerti. Molti infatti sono i negozi online e le piattaforme che offrono pagamenti digitali, e ampliare la rosa dei pagamenti accettati è sempre una buona strategia per attrarre più pubblico e acquirenti. Uno degli ambiti in cui si sta diffondendo sempre di più questo genere di valuta è quello dell’intrattenimento: casinò online come Betway Casinò offrono l’opzione di pagamento tramite paysafecard (un metodo di pagamento elettronico prepagato), che consente l’utilizzo di Bitcoin, sempre più comune nel mondo dei casinò online. Chi desidera acquistare giochi, film e applicazioni negli store di Windows e Xbox può ugualmente pagare con i Bitcoin dopo averli depositati nel proprio fondo personale. Allo stesso modo, la piattaforma per lo shopping online Shopify permette ai propri commercianti di creare veri e propri negozi online e scegliere se accettare denaro in criptovaluta, mentre l’agenzia/comparatore di viaggi online Expedia, baluardo del “nuovo turismo al digitale”, accetta pagamenti in Bitcoin per le prenotazioni alberghiere.

Prospettive future: dal mercato immobiliare a quello automobilistico

Comprare beni di prima necessità, darsi allo shopping online e persino acquistare una casa: le potenzialità della moneta elettronica Bitcoin sono infinite. Al momento le resistenze principali vengono proprio dalla scarsa diffusione di questa metodologia di pagamento, tutta al virtuale, e alle prevedibili refrattarietà di commercianti e venditori. Le prospettive di questo metodo di pagamento sono però immense: quello della compravendita immobiliare di Torino è il primo caso in Italia ma segue una tendenza già diffusa in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America, paesi all’avanguardia nell’utilizzo dei Bitcoin, dove è possibile trovare liste ben più nutrite di esercizi e piattaforme che accettano questa moneta. Lo stesso discorso può essere portato avanti per beni di grande valore come le automobili: come per tutte le altre attività, se ci si rivolge ad un luogo in cui vengono accettati i Bitcoin come metodo di pagamento è possibile comprare persino un’automobile, anche versando cifre molto alte. Le auto più scambiate con questa valuta sono infatti BMW, Porsche e Ferrari. E gli acquisti di poco valore? Anche per questo genere di esigenze sarà possibile utilizzare Bitcoin: dal pane al supermercato al pagare il parrucchiere o il parcheggio, la differenza sta tutta nella velocità con la quale negozi e servizi si adegueranno a questa prospettiva.

Dalla loro creazione i Bitcoin hanno compiuto un percorso più che interessante: chi è attento all’innovazione digitale sa bene la portata di una simile rivoluzione ed è perciò normale che si diffonda sempre di più. In Italia è rappresentata da Torino la città che più è in grado di tenere testa a queste tendenze, grazie all’interesse per l’innovazione e la tecnologia più volte dimostrato dalla città sabauda, ma il fenomeno è sempre più comune anche nel resto del paese.


Ti è piaciuto Piemonte Expo ?
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte.
Rimani aggiornato su tutto quello che succede con Piemonte Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like". Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram.