Fashback special project “Opera Viva Barriera di Milano 2019” a Torino

Prosegue dal 25 luglio al 2 settembre 2019 l’edizione 2019 del Flashback special “Opera Viva Barriera di Milano”, il Manifesto, progetto ideato da Alessandro Bulgini e curato da Christian Caliandro. L’affissione di 6 metri per 3, che a Torino è visibile in Piazza Bottesini, sostituisce gli spazi alla pubblicità e il cui tema è quello degli “Erranti” trovando ispirazione al libro di fantascienza dei fratelli Strugackij, “The Time Wanderers”. Gli erranti sono personaggi che vagano, camminano senza una meta precisa, si spostano irregolarmente privi di un programma preciso e senza itinerario. Il senso sta nella scoperta, negli errori di percorso, nelle emozioni degli incontri.

Il secondo Manifesto è il primo dei due selezionati attraverso l’open call, come avvenuto nell’anno precedente, e premiati dalla giuria di Flashback composta da Ginevra Pucci Stefania Poddighe, direttrici della fiera, Alessandro Bulgini, artista e ideatore del progetto,Christian Caliandro, storico dell’arte e curatore del progetto,  Francesco Nucci,  fondatore e presidente della Fondazione Volume! di Roma, Giangavino Pazzola curatore indipendente e associate curator di Camera, Centro Italiano per la fotografia di Torino, Marco Rubiola, autore, scrittore, regista e Federico Bellomo tra gli autori che hanno partecipato all’edizione 2017.

La prima dei due vincitori è Emanuela Barilozzi Caruso, con l’opera UnKnown (2019). Si tratta di un progetto che accompagna l’autrice dal 2013, sei anni e più di 700 scatti eseguiti durante spostamenti e viaggi sui mezzi pubblici di Roma, oltre ad altri luoghi nel mondo. Scrive Emanuela “Una ricerca interminabile, un rapporto silenzioso, una condivisione tra sconosciuti costretti a vagare, viaggiare, muoversi e perdersi ovunque e per qualunque motivo”