Stanze Attigue-Mostra d’Arte Contemporanea a Costigliole d’Asti (At)

Il Comune di Costigliole d’Asti in collaborazione con l’Associazione Costigliole Cultura presenta la Mostra d’Arte Contemporanea “Stanze Attigue”. Sede della Mostra è il maestoso Castello Asinari che domina il paese con i suoi fiabeschi ed imponenti torrioni. “Stanze Attigue” è realizzata dalle artiste appartenenti al gruppo Ashtart-Universi Espressivi al Femminile, formato da Roberta FassioCaterina GalloChristina LogiotatouMarisa RaveraSilvia Ravetti pittrici, Manuela Incorvaia scultrice. Ashtart nasce nel 2010 esponendo a Roma (Galleria Pentart di Trastevere e Trittico Art Museum), Santa Margherita Ligure (La Tigulliana), Chiavari (Società di Mutuo Soccorso), Alessandria (Libreria Mondadori), San Damiano d’Asti (Hotel Reale), Baldissero Torinese (Go art exibition Expocasa), Santo Stefano Belbo (Casa natale di Cesare Pavese) e Cannes (Chalet di l’Isère ex dimora di Guy de Maupassant).

Silvia Ravetti  è la guida artistica del gruppo, premiata giovanissima dal Maestro Giuseppe Manzoni, nel 1975 realizza la sua prima mostra personale presso il Palazzo della Provincia di Asti. “I personaggi di Silvia Ravetti, estrapolati dalla vita reale, vengono spogliati del loro profano senso dell’essere e portati verso un’estrazione psicologica assolutamente sacra. Sacra nell’amplificazione dell’umano attraverso i percorsi della costruzione narrativo-pittorica. I rapporti tonali forti e non casuali contengono un messaggio di ingenua presentazione della condizione umana. (MARIA RITA PARSI).

Marisa Ravera inizia la sua carriera pittorica frequentando i corsi di disegno e ceramica presso lo studio della pittrice Lilly Salvaneschi, nel 1990 partecipa alle lezioni di modellato tenute dalla Prof.ssa Mignani, diventando poi allieva del Maestro Guido Mastallone e dell’artista Silvia Ravetti.
Roberta Fassio si dedica alla pittura sotto la guida del Maestro Guido Mastallone Silvia Ravetti. Successivamente ricerca nuove tecniche pittoriche ed instaura una collaborazione artistica con altre colleghe creando così il gruppo Ashtart.
Caterina Gallo “Dall’Onirico-Futurista all’Astratto…tappe contrastanti”. L’opera Onirica nasce col sentire più profondo di noi stessi, è espressione del nostro inconscio, segnali elettrici del nostro cervello. Colori e forme portano alla luce e quindi sulla tela, il mondo interiore, superando il pensiero razionale, la realtà.
Le opere di Manuela Incorvaia sono la manifestazione di un approccio personale dell’arte caratterizzato da visione poetica e ludica. Degna di nota la sua attività didattica svolta negli Istituti d’Arte, Licei Artistici e Accademie di Belle Arti in Alba, Asti, Genova e Torino. Ha partecipato a numerose performances, concorsi e manifestazioni di pittura e scultura ottenendo prestigiosi risultati.
Christina Logiotatou, dal 2001 ha seguito corsi di pittura ad olio sotto la sapiente guida del Maestro Guido Mastallone e in seguito ha collaborato con un gruppo di pittori astigiani della Promotrice delle Belle Arti sotto la guida dell’artista Gianni Bruscato. L’artista utilizza una pittura quasi astratta nella forma, ma ispirata dall’emozione della natura. Ogni suo componente espressivo viene come sminuzzato in un intarsio di forme irregolari quasi  come se fossero porzioni di terreno dei poderi piemontesi inondati di luce.