Grandi Langhe: le migliori annate di Barolo, Barbaresco, Dogliani, Roero e Diano

Alba, capitale del vino e del tartufo bianco, ha ospitato il 28 e 29 gennaio la quarta edizione di Grandi Langhe, l’evento per sommelier, enotecari e professionisti del vino provenienti da tutto il mondo per assaggiare le migliori annate di Barolo, Barbaresco, Dogliani, Roero e Diano per oltre 1500 vini docg e doc.

Grandi Langhe ha ospitato al Palazzo Mostre e Congressi di piazza Medford, 206 aziende espositrici e oltre 600 operatori specializzati e giornalisti provenienti da più di 20 nazioni.

La manifestazione è stata organizzata dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani insieme al Consorzio Tutela Roero, con il sostegno della Regione Piemonte, dell’Ente Turismo Langhe Monferrato e Roero e di Ubi Banca.

L’annata 2018  è stata molto equilibrata e ha visto un aumento del 5% della produzione rispetto al 2017 per quanto riguarda i vini a Doc prodotti in Langa, con oltre 62 milioni e mezzo di bottiglieò

Per quanto riguarda le nuove annate di Barolo e Barbaresco si punta a una produzione di oltre 14 milioni di bottiglie per quanto riguarda il Barolo 2015 e più di 4,5 milioni di bottiglie di Barbaresco 2016.

Grandi Langhe è anche stata l’occasione per il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani di inaugurare la nuova campagna di comunicazione incentrata sulla valorizzazione delle sue attività storiche: la tutela del marchio e la gestione delle denominazioni  e l’aspetto promozionale del territorio e delle sue realtà vitivinicole.