Parco Nazionale Gran Paradiso

Parco Nazionale Gran Paradiso
Parco Nazionale Gran Paradiso

Il Parco nazionale del Gran Paradiso, istituito nel 1922, è il più antico Parco nazionale italiano. Si trova a cavallo delle regioni Valle d’Aosta e Piemonte ed è gestito dall’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso, con sede a Torino. Si estende su un terreno prevalentemente montuoso intorno al Gran Paradiso l’unico massiccio montuoso culminante a oltre 4 mila metri interamente in territorio italiano. Il parco è interessato da cinque valli principali: Val di Rhêmes, Val di Cogne, Valsavarenche, Valle dell’Orco e Val Soana.
Il territorio del parco ricade a sud nel bacino idrografico dell’Orco e a nord in quello della Dora Baltea. I maggiori laghi del parco si trovano nella zona circostante il Colle del Nivolet.
L’animale simbolo del parco è lo stambecco, che si trova insieme al camoscio, la marmotta, l’aquila reale, la volpe, la lince e i lupo. E’stato anche reintrodotto il gipeto. Fanno parte della fauna del Gran Paradiso numerose specie di volatili: poiane, picchi, cince, pernici bianche, gracchi, sparvieri, astori, allocchi, civette. Nei laghi e nei torrenti nuotano due specie di trote.
La flora copre tutte le diverse Nella parte più bassa del parco troviamo boschi di larici, praterie, boschi di latifoglie composti da pioppo tremulo, nocciolo, ciliegio selvatico, acero montano, quercia, castagno, frassino, betulla, faggi. Più in altro il pino cembro, l’abete bianco, l’abete rosso, il larice.