Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba “Tra Terra e Luna”

Torna il tanto atteso appuntamento con la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba, che giunge alla sua 88ma edizione a partire dal 6 ottobre fino al 25 novembre 2018. Appuntamento d’eccellenza per il turismo enogastronomico per il territorio di Langhe, Roero e Monferrato. L’estrazione del tartufo è un momento unico in cui il “trifolao” condivide questa gioia con il suo fedele cane. Questa affascinante pratica è fondata su basi solide caratterizzate da indizi naturali, oltre che da eventi intangibili e non dimostrabili. Per i cercatori di tartufi, la Luna, a cui è intitolata questa edizione, è essenziale nel percorso di ricerca.Tra gli indizi preziosi per valutare dove e quando trovare i tartufi, le fasi naturali scandiscono un tempo preciso. Il vero potere della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è quello di aver apportato, nel corso degli anni, nuovi appuntamenti che spaziano tra mostre, show cooking, manifestazioni folcloristiche, percorsi esperienziali. L’unione vincente tra alta gastronomia e cultura regala ai visitatori importanti mostre che abbracciano arte contemporanea, progetti di design e incontri letterari.

Presso la Chiesa di San Domenico, sarà presente la personale di Valerio Berruti “La storia di Nina”, a cura di Arturo Galansino, che racconta il recente progetto cinematografico dell’artista albese con la colonna sonora di Ludovico Einaudi. Raffinato design con “Guanto per il Tartufo Bianco d’Alba”, accessorio per lamellare il prezioso tubero, ideato dalla designer spagnola Patricia Urquiola e realizzato dall’ Ente Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba in collaborazione al Centro Nazionale Studi Tartufo. L’arte in primo piano con la Mostra a cura della famiglia Ceretto Lynn DavisPatti Smith: a collaboration” nel Coro della Maddalena, fino alla collettiva “Dal nulla al sogno, Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen” a cura di Marco Vallora presso la Fondazione Ferrero. Passiamo alla letteratura con Antonio Lobo Antunes che terrà una Lectio magistralis, venerdì 19 ottobre al Teatro Sociale di Alba, in attesa di ritirare, il giorno successivo, il Premio Bottari Lattes Grinzane 2018 (sezione La Quercia)

Particolare interesse è rivolto all’ Alba Truffle Show, area dedicata agli Show Cooking, Analisi Sensoriali del Tartufo, Wine Experience. Tra i tanti momenti degni di nota segnaliamo i Foddies Moments, un incontro tra il prezioso Tartufo Bianco e l’Alta Cucina, con chef e cuochi stellati appartenenti al territorio di Langhe, Roero e Monferrato. Uno spazio dedicato ai più piccoli è rappresentato dall’ Alba Truffle Bimbi: momenti di didattica rivolto a bimbi e famiglie coinvolti in giochi, attività in un percorso tra natura, tradizioni, cucina e molto altro.  Importante è l’impegno sociale che vede protagonisti due importanti eventi: Ultimate Truffle Dinner, il 25 ottobre e il 22 novembre, e l’Asta Mondiale del Tartufo Bianco, i cui ricavati andranno in beneficenza.

“Dal 31 ottobre 2017 Alba è Città Creativa per la Gastronomia Unesco, sottolinea il Sindaco di Alba Maurizio Marello. Anche grazie al Tartufo Bianco d’Alba, la nostra città è stata inserita nel prestigioso network che racchiude attualmente 26 città di diversi paesi del mondo consacrate eccellenze mondiali nel settore gastronomico. Durante la Fiera 2018 celebreremo e festeggeremo questo riconoscimento con diverse iniziative che coinvolgeranno le altre città creative Unesco italiane e mondiali con cui abbiamo già iniziato a dialogare ed a lavorare nei mesi scorsi nell’ambito del network che ci sta aprendo al mondo. In tutto questo proseguirà la bella e proficua collaborazione con Parma, accanto ad eventi di spessore internazionale, volte a proseguire l’intenso lavoro promozionale per la nostra straordinaria città ed il nostro territorio. Tutto ciò in un format consolidato che ha portato presenze da record negli ultimi anni. Numeri importanti che ci spronano a fare sempre meglio per far crescere ulteriormente la nostra amata Alba”.