Ripartono i treni storici da Torino alla Valle Tanaro tra montagne, natura ed enogastronomia

Entra nel vivo la stagione 2018 della Ferrovia del Tanaro, l’unica tratta ferroviaria ufficialmente
turistica di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. In seno al progetto “Binari senza tempo”
promosso da Fondazione Ferrovie dello Stato in collaborazione con la Regione Piemonte e
l’Unione Montana Alta Valle Tanaro, infatti, saranno nuovamente quattro i convogli che nei
prossimi mesi solcheranno il verde corridoio vallivo che collega Ceva ad Ormea, consentendo
ai turisti di immergersi nelle peculiarità naturalistiche, storiche ed enogastronomiche di un
territorio eterogeneo sospeso tra Piemonte e Liguria, Italia e Francia, mare e montagna.

Si inizierà il 22 luglio con partenza da Torino Porta Nuova e arrivo a Pievetta per una giornata
dedicata alle famiglie e ai più piccoli (grazie alla quarta edizione de “Pievetta in fabula – A
squola con Peter Pan”) ma anche agli amanti del trekking, con un’affascinante escursione
naturalistica a Garessio, inserito tra i Borghi più Belli d’Italia; il 16 settembre, invece, partenza
sempre da Torino Porta Nuova con prima sosta ad Ormea (di nuovo raggiungibile dopo i
lavori di rifacimento della tratta danneggiata dall’alluvione del 2016) e tappa prolungata a Ceva
per la tradizionale Mostra Nazionale del Fungo.

Il 7 ottobre prossimo, invece, giornata dedicata all’enogastronomia e ai tanti prodotti di qualità del territorio valtanarino con la Sagra del Fagiolo Bianco di Bagnasco, prima di arrivare infine all’8 dicembre con il tradizionale Treno di Natale a vapore Ceva-Ormea, circondati da mercatini di Natale e atmosfere a tema. Un volano promozionale importante che ha finora portato in valle più di 2.000 persone
provenienti, tra il resto, anche da Germania, Francia e Svizzera, su cui si è recentemente
innestato il progetto “Di Acqua e di Ferro”, promosso dalla stessa Unione Montana con il
supporto della Compagnia San Paolo di Torino e volto a creare nella zona itinerari di
valorizzazione turistica e culturale.