Amazon propone i suo servizi online e logistici per il Piemonte artigiano e dell’ enogastronomia che vuole lanciarsi nell’ecommerce

Amazon ha presentato nel suo polo logistico vicino a Vercelli i suoi servizi di Ecommerce per le imprese artigiane. Nel 2017 la crescita nella vendita di prodotti online  con l’ecommerce è stata dell’86%.

Un venditore o una piccola azienda che intende vendere su Amazon i propri prodotti può sfruttare le soluzioni offerte dal Marketplace per incrementare le vendite online, in Italia e nel resto del mondo, grazie all’accesso agli 11 marketplace di cui 5 in Europa: Italia, Francia, UJ, Germania e Spagna, permettendo ai venditori terzi di raggiungere un bacino utenti sempre più grande. L’impresa può anche utilizzare i servizi di logistica di Amazon.

Il servizio di vendita su Amazon Marketplace prevede il caricamento dell’inventario sul sito e la creazione di una pagina prodotto. Una volta venduto il prodotto, il venditore spedisce direttamente la merce oppure paga una quota per usufruire del servizio di logistica di Amazon. Amazon traduce e sincronizza tutte le offerte nei 5 marketplace europeie offre servizi quali la gestione dell’inventario e dei prezzi. Solo nel caso in cui un prodotto venga venduto, il venditore paga una commissione specifica per categoria, applicata sul prezzo di vendita del prodotto, comprese le spese di spedizione.

La logistica di Amazon è un servizio aggiuntivo alla vendita su Amazon che permette ai venditori l’accesso al servizio logistico, di marketing e al Servizio Clienti affidando ad Amazon la gestione del magazzino e degli ordini, l’elaborazione dei pagamenti , la gestione dei resi, il supporto post-vendita e il servizio clienti.

Per il Piemonte, Amazon ha realizzato una sezione ad hoc nel portale Made in Italy che vuole offrire visibilità alle aziende locali con circa 3mila e 500 prodotti di cui il gourmet è il 34% degli articoli esposti, mentre il 32% è fatto dai prodotti per la casa.

La provincia più rappresentata è Torino, dalla quale arriva il 38% dei prodotti in vendita. Segue Cuneo, con il suo 30% poi Alessandria, con il 12% con Biella (8,5%), Asti (5%), Novara (2,5%), Vercelli (2,5%) e Verbania (1%).